Giorni caratterizzati da Spring Storm, un’irruzione di aria fredda di estrazione artica che sta imperversando sull’Italia. Essa sta portando un’importante calo termico e soprattutto il ritorno della neve a bassa quota.

SITUAZIONE – In queste ore, l’alta pressione delle Azzorre si espande verso la Scandinavia: da qui pesca aria artica che camminando lungo il bordo orientale dell’anticiclone, raggiunge la nostra Penisola.

SPRING STORM – L’aria fredda, una vera e propria tempesta di primavera, è entrata dalla porta della Bora, raffreddando il clima e portando forti precipitazioni e temporali su alcune regioni.

MERCOLEDI 19 – Instabile con temporali su Abruzzo e Molise, rovesci ancora sulle Marche, qualche pioggia o breve temporale anche su basso Lazio e tra Potentino e Cosentino. Sole pieno al Nord.

GIOVEDI 20 – Sempre instabile con temporali o rovesci su Marche meridionali, Abruzzo, Molise e anche Gargano. Rovesci e temporali sulla Sardegna meridionale, instabile sul basso Lazio. Alternanza di nubi e piogge deboli sul resto del Sud. Bel tempo al Nord e sul resto dei settori.

NEVE – La neve torna ad imbiancare le vette appenniniche, su quelle centrali a quote dai 700 metri, su quelle meridionali sopra i 1000 metri.

TEMPERATURE – In diminuzione.
Mercoledì 19 risveglio ampiamente sottozero sui rilievi alpini, prealpini e appenninici, pochi gradi sopra lo zero in Pianura Padana.
Giovedì 20, temperature vicine allo zero in Pianura Padana, fino a -8/-10° sulle Alpi. Valori massimi sotto i 15/18° su tutte le regioni.