«L’Amministrazione Comunale, l’Acquedotto Pugliese e la Serveco già dal mese di gennaio hanno predisposto gli interventi necessari alla disinfestazione, deblattizzazione e derattizzazione del territorio comunale.» Lo rende noto Mariagrazia Chianura – Assessore all’ecologia, ambiente e igiene urbana del Comune di Grottaglie.

«Come nella maggior parte dei casi – ricorda l’Assessore Chianura, la miglior arma a disposizione è la prevenzione. Blatte e ratti si annidano in luoghi chiusi, locali e garage non opportunamente manutenuti e, primo fattore che attira roditori e infestanti, ovunque ci siano rifiuti.
Affinché i periodici interventi calendarizzati dall’ente e dalle aziende non risultino vani, è necessario fare appello alla sensibilità ed al senso civico dei cittadini allo scopo di adottare corretti comportamenti atti a limitare l’entità dei fenomeni.

Blatte e roditori si nutrono di scarti di cibo quindi è fondamentale non abbandonare sulle pubbliche vie avanzi di cibo e conferire i rifiuti ben chiusi all’interno dei cassonetti evitando di abbandonarli ai piedi dei cassonetti. Ricordiamo, inoltre, che l’abbandono di rifiuti è vietato dall’art. 192 del Dlgs 152/2006. Infine è utile chiarire che spesso i focolai sono nascosti nelle condutture private dei condomini o delle singole abitazioni, escluse dagli interventi pubblici. A poco possono valere gli interventi condotti regolarmente sulle aree pubbliche se analoga azione non viene effettuata dai privati nelle fosse settiche condominiali, nei pozzetti d’ispezione delle reti fognarie condominiali e delle private abitazioni. Interventi che possono essere realizzati dagli stessi cittadini attraverso ditte specializzate operanti sul territorio.

Invitiamo, quindi – conclude Mariagrazia Chianura – Assessore all’ecologia, ambiente e igiene urbana del Comune di Grottaglie, i cittadini alla collaborazione con l’amministrazione affinché, con l’arrivo dei mesi più caldi, non si assista a una nuova emergenza blatte e topi