In questi giorni la comunità della Chiesa Madre Collegiata Maria SS.ma Annunziata e di tutta la vicaria di Grottaglie-Montemesola è unita nella preghiera e nel ringraziamento per la fausta ricorrenza del XXV anniversario dell’ordinazione sacerdotale del parroco e vicario foraneo D. Eligio Grimaldi, avvenuta il 10 settembre 1992.

La nostra Comunità Parrocchiale e tutta la comunità di Grottaglie – viene riportato nel messaggio letto all’inizio di tutte le messe in chiesa madre domenica scorsa – esprimono gratitudine al Signore per il dono di Don Eligio, parroco della Chiesa Madre Collegiata Maria Santissima Annunziata e vicario foraneo, che festeggia il suo 25° Anniversario di Ordinazione Sacerdotale.
Nella preghiera vogliamo unirci alla sua gioia per lodare, benedire e ringraziare Dio nostro Padre che ogni giorno mostra il Suo amore misericordioso attraverso la sua azione pastorale. Una missione che auguriamo possa svolgere a lungo con lo stesso slancio e con lo stesso entusiasmo del suo primo giorno di sacerdozio.
Vogliamo dirgli grazie per l’impegno che in tutti questi anni egli ha profuso nei vari incarichi che i superiori gli hanno affidato e in particolare per quanto ha fatto e continua a fare per la nostra Comunità e per la nostra Chiesa Madre.
Vogliamo esprimergli gratitudine per la grande disponibilità e pazienza con la quale riesce a creare un clima accogliente, costruttivo e riflessivo; per la sua capacità di ascolto e di comprensione nelle difficoltà del nostro cammino; per la cura e lo zelo pastorale che quotidianamente dimostra.
Vogliamo ringraziarlo anche per l’amore e la preoccupazione che manifesta concretamente nel rinvigorire il culto dei nostri Santi Patroni San Ciro, S. Francesco de Geronimo e la Madonna della Mutata; come pure per la cura costante verso questo tempio che ne custodisce la memoria e che ha ritrovato il suo splendore.
Nel ringraziare Dio con lui per i 25 anni di generosa risposta alla Sua chiamata, vogliamo, rassicurarlo della nostra costante collaborazione ed esprimergli l’augurio che la sua testimonianza possa essere sempre raccolta e sostenuta da tutte le persone che incontrerà nel suo cammino.
Gli auguriamo che, come in quel giorno di 25 anni fa, possa continuare a dire generosamente “sì” a Dio e possa essere fedele alla missione sacerdotale sull’esempio fulgido di Francesco de Geronimo “zelantissimo operaio nella vigna del Signore”.

Si riporta una scheda del Festeggiato.

“Don Eligio Grimaldi nasce a Grottaglie il 3 ottobre 1967 da Giorgio e da Anna Lucia Quaranta. Dopo aver frequentato le scuole dell’obbligo a San Giorgio Jonico, si iscrive e compie gli studi presso l’ITCG “Luigi Einaudi” a Manduria, dove consegue la maturità tecnica. Nell’ottobre del 1986 anno è ammesso nel Pontificio Seminario Regionale “Pio XI” di Molfetta per gli studi presso la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale dove compie il Sessennio Istituzionale Filosofico e Teologico. Viene ordinato diacono nell’aprile del 1992 e presbitero il 10 settembre del 1992. Nel giugno 2005 consegue Summa Cum Laude la Licenza in Sacra Teologia, presso la Pontificia Università Lateranense in Roma. È stato animatore del Seminario Liceale di Poggio Galeso di Taranto; economo del medesimo Seminario; parroco della Parrocchia San Giuseppe Moscati al Quartiere Paolo VI di Taranto; Vicario Foraneo della Vicaria “Taranto-Paolo VI” e Cappellano dell’Ospedale “Giuseppe Moscati” in Taranto. È stato inoltre presidente dell’Istituto Interdiocesano per il sostentamento del Clero delle Diocesi di Taranto e di Castellaneta; è membro del Consiglio Pastorale, del Consiglio Presbiterale Diocesano e del Consiglio d’Amministrazione dell’Istituto Interdiocesano per il sostentamento del Clero delle Diocesi di Taranto e di Castellaneta. D. Eligio svolge inoltre attività didattica come docente di Religione Cattolica nelle scuole secondarie di secondo grado. Dall’arcivescovo Mons. Benigno Luigi Papa è stato nominato parroco della Chiesa Madre Collegiata Maria SS.ma Annunziata di Grottaglie il 1 settembre 2008. Dallo stesso anno ricopre nella Città della Ceramica la carica di Padre Spirituale delle confraternite del SS. Sacramento, del SS. Nome di Gesù e del Purgatorio. Cavaliere dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme (OESSG) dal luglio 2014, è stato nominato Vicario Foraneo di Grottaglie (febbraio 2016). dall’arcivescovo Mons. Filippo Santoro
All’impulso pastorale e catechetico D. Eligio aggiunge grande attenzione alla ripresa e al potenziamento delle principali espressioni di culto e devozione (festività dei Santi Patroni: la Madonna della Mutata, San Francesco De Geronimo e San Ciro, e di Santa Lucia), l’attiva partecipazione alle iniziative confraternali e di altri gruppi (Caritas Parrocchiale, Associazione “Medici per San Ciro”, “Pluriassociazione San Francesco De Geronimo”) nonché alla tutela e valorizzazione della struttura e dei beni artistici e culturali della Collegiata (completamento del restauro dell’organo rinascimentale; risistemazione dell’Archivio Capitolare e parrocchiale con restauro, digitalizzazione e immissione in rete dell’intero corpus pergamenaceo; restauro di antiche statue (S. Ciro, S. Francesco De Geronimo) e della grande tela (circa 25 metri quadri) dell’Annunciazione dell’abside della chiesa; recupero dell’antica artistica croce argentea degli inizi sec. XVI; primo intervento di restauro del Cappellone di San Ciro; ripulitura generale e lucidatura del pavimento del grande tempio e acquisto dei nuovi banchi”.

Insieme ad altri tre presbiteri ordinati con lui, D. Eligio Grimaldi ha rivissuto nella preghiera il momento dell’ordinazione sacerdotale domenica 10 settembre scorsa, nella Chiesa Madre di San Giorgio Ionico con la celebrazione della santa messa presieduta dall’arcivescovo emerito di Taranto Mons. Benigno Luigi Papa.

D. Eligio, che compirà 50 anni il prossimo 3 ottobre, avrà un primo incontro con la comunità di Grottaglie nella chiesa madre sabato 30 settembre alle ore 19.00, per la santa messa cui seguirà la presentazione del volume “Insigne e antichissima. Studi sulla Chiesa Madre di Grottaglie”, scritto in suo onore da Rosario Quaranta.

Il secondo incontro è dedicato alla solenne concelebrazione che si terrà sempre nella Collegiata domenica 1 ottobre alle ore 18.00, presieduta dall’arcivescovo metropolita emerito di Potenza Mons. Agostino Superbo che in qualità di rettore accolse D. Eligio nel Seminario di Molfetta, su presentazione dell’allora arcivescovo Mons. Guglielmo Motolese.
Un gioioso momento conviviale concluderà la serata.