Da qualche mese pareti e strade di Grottaglie si sono colorate di sgargianti tonalità con le rappresentazioni pittografiche o manga di alcuni personaggi dei Cartoni Animati degli anni 80-90 ma non solo.

Percorrendo a piedi o in auto la città potrete infatti imbattervi nel faccino birichino di Pinocchio nei pressi di piazza Regina Margherita o, nei pressi dell’ospedale, negli occhi sgranati di Holly, il ragazzino giapponese con l’obiettivo di vincere il Campionato mondiale di calcio.

Si proprio lui…. il protagonista delle lunghe ed interminabili partite di calcio della New Team contro la Flynet di Philip Callaghan o della Toho di Mark Lenders. E allora proprio mentre guardi questo capolavoro di street art come puoi non ricordare la catapulta infernale dei gemelli Derrick!

Nel centro storico figura (o figurava) la piccola Pollon.  La vispa biondina combina guai dai riccioli dorati unica figlia del dio Apollo che  vuole a tutti i costi diventare una dea a tutti gli effetti.

Nel parcheggio situato nella parte bassa della città, tra l’ufficio postale e il Municipio, è stata dipinta l’affascinante Lamù, l’ammaliente l’aliena, una ragazza molto bella e decisamente sensuale dalle misure di seno, vita e fianchi rispettivamente di 84-56-85, con occhi blu cobalto, leggermente truccati da un ombretto azzurro.

Un post condiviso da Paolo Carriere (@paolo_carriere) in data:

A ridosso del Quartiere delle Ceramiche, su un muraglione che costeggia Largo dell’Accoglienza troviamo Flo, la piccola bambina di nove anni naufragata con la sua famiglia, i Robinson, in un’isola sperduta. I suoi grandi occhioni e i lunghi capelli rossi sono stati dipinti a ridosso di via Leone XIII.

Un post condiviso da Paolo Carriere (@paolo_carriere) in data:

Scorazzando sempre per le strade di Grottaglie potrete fare un salto indietro nel tempo e catapultarvi all’indietro nel tempo fino all’eta della pietra: su un muro perimetrale sono stati dipinti Fred Flintstone, Barney Rubble e il piccolo Dino.

Ritornando nel Quartiere delle Ceramiche, su un muro a ridosso di una bottega artigiana è possibile ammirare Dumbo, il cucciolo di elefante volante must della Disney.

Un post condiviso da Paolo Carriere (@paolo_carriere) in data:

Nei pressi di Piazza Verdi ai lati di una saracinesca, rispettivamente sinistro e destro, troviamo Peter intento a mangiare un gelato (?) e Heidi con Fiocco di Neve. Poco più innanzi uno dei primi murales realizzati: quello della Banda di Arsenio Lupin.

Ultima, in ordine di realizzazione, è Mago Pancione. Lo ricordate? Il genio di nome Etcì dalla testa a forma di pera, con la barba, i baffi simili a quelli di un gatto e che scopriremo molto debole in matematica e ghiottissimo di polpette.

Autore di questi capolavori è l’artista Paolo Carriere.

Che dire… sarebbe interessante realizzare un percorso turistico e far ammirare ai visitatori tutte le opere sparse in giro per la città.

Complimenti.

#magopancione #workinprogress #Grottaglie

Un post condiviso da Paolo Carriere (@paolo_carriere) in data: