Cosa preoccupa gli italiani? Quali sono i loro dubbi più profondi? Come si approcciano alla psicologia?

I dati ricavati da questo studio possono essere frutto di numerose interpretazioni, ma una spicca più di tutte: terapia di coppia e problemi sessuali sono le tra le terapie psicologiche più richieste!
GuidaPsicologi.it è il portale leader in Italia nella ricerca di professionisti in psicologia, psicoterapia e tecniche di benessere. Molti italiani si sono già rivolti al sito per risolvere i loro dubbi ed ecco i risultati di tali ricerche.
Facendo un’analisi comparativa tra i dati delle richieste dell’ultimo anno (Ottobre 2014 – Settembre 2015),gli esperti del portale hanno redatto una mappa orientativa degli italiani e della diffusione dei disturbi nel territorio. La mappa in concreto indica le richieste più alte per una terapia o disturbo per regione.

Dall’analisi dei dati, le richieste di sostegno psicologico si sono concentrate su 6 terapie, ossia: ansia, depressione, psicoterapia, terapia di coppia, problemi sessuali e disturbi della personalità. Volendo entrare ancora di più nel dettaglio, si sono notate alcune piccole differenze tra i servizi più richiesti in assoluto per regione e per loro capoluogo. Nell’analisi dei capoluoghi di provincia troviamo una new entry, la terapia dell’ipnosi, che sorprendentemente prende il posto della ricerca per depressione, precisamente essendo la più richiesta a Trieste e Torino e nella Top3 a Perugia ed Aosta.
Addentriamoci nella psiche degli italiani e cerchiamo di trarre qualche conclusione in più. Il centro sud è quello più colpito dall’ansia, mentre salendo già per il Nord troviamo una prevalenza di richieste per terapie di coppia e problemi sessuali. Cosa significa questo?
A quanto pare il Meridione soffre le sue crisi personali che si manifestano sotto forma di attacchi d’ansia e di panico (sarà legato alla crisi economica?), invece il Nord mostra un maggior interesse per le dinamiche relazioni, soprattutto nella sfera di coppia. Considerando quest’ultima terapia, una branca più moderna della psicologia, possiamo immaginare che gli italiani del nord abbiano raggiunto già un approccio con la psicologia più maturo e si rivolgono quindi al proprio terapeuta per risolvere disagi che non riguardano solo la propria individualità ma che si riflettono anche nella vita a due. Magari l’alto numero di richieste per risolvere problemi sessuali può dipendere da un’apertura mentale della popolazione di queste regioni che vivono la propria sessualità in modo più consapevole rispetto al Sud? Oppure il modo di dire “lavarsi i panni sporchi in famiglia” è ancora ben solidificato nel Meridione da portare ad affrontare i problemi di coppia con dinamiche diverse, più casalinghe?

Caso a sé è il Molise. Regione centrale, circondata dalle montagne, sembra soffrire soprattutto di disturbi di personalità e questo dato lo conferma anche la ricerca per capoluogo, Campobasso. Sarà colpa di tanti scherzi e luoghi comuni su dove si trovi veramente la regione nella mappa ad aver messo in crisi i molisani?
È interessante notare un altro caso del centro Italia. In Basilicata vi è una parità di richieste tra ansia, problemi sessuali e depressione, anche se il suo capoluogo si concentra più sulle prime due terapie. Come detto prima, la depressione sta lasciando sempre più spazio a nuovi quesiti psicologici che toccano sempre più la sfera sessuale.