Dopo gli ultimi gravi fatti verificatesi a Grottaglie, gli agenti del locale Commissariato hanno intensificato le attività di controllo del territorio.

Nel pomeriggio di ieri, i poliziotti della  Volante, transitando per le strade cittadine, hanno notato una persona in procinto di uscire da una struttura ricettiva che alla vista dell’auto della Polizia vi velocemente rientrato.

Il suo movimento non è sfuggito però agli agenti che, ritenendo che il giovane volesse sottrarsi ad un controllo, hanno deciso di intervenire.

Con l’ausilio di altro personale del Commissariato nel frattempo giunto sul posto, i poliziotti sono entrati nella struttura ricettiva e sono saliti immediatamente al primo piano individuando la stanza dove presumibilmente si era nascosto il giovane notato in precedenza.

I poliziotti hanno bussato insistentemente alla porta, fin quando, dopo pochi istanti, il giovane ha deciso finalmente di aprire.

Entrati nella stanza, gli agenti nel corso della successiva perquisizione, hanno recuperato all’interno di un cassetto del comodino, una pistola semiautomatica marca Tanfoglio modello Force 22 L, calibro 22, completa di caricatore inserito contenente nr. 10 cartucce inesplose. Nello stesso cassetto hanno anche rinvenuto 270 grammi circa di hashish, divisa in vari pezzi, un bilancino di precisione  ed un coltello da cucina intriso di sostanza stupefacente. Nascosta sotto il materasso è stata poi recuperata  una grossa busta di cellophane contenente un chilo circa di marijuana.

Infine  dietro la porta d’ingresso della stanza, gli agenti hanno anche recuperato una mazza da baseball in legno.

Dopo quanto ritrovato nella stanza d’albergo il giovane un grottagliese è stato  tratto in arresto per detenzione abusiva d’arma da fuoco e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e dopo le formalità di rito , su disposizione dell’A.G. competente, è stato accompagnato presso la casa Circondariale del Capoluogo. La pistola e la droga rinvenute nella stanza sono state sottoposte a sequestro.