Il rosone della Chiesa Matrice a Grottaglie è scolpito in un calcare compatto, con fogliame e fiorame e nel 1880/81 vennero distrutti gli archetti traforati e le colonnine che convergevano al centro.

Alla sommità del rosone c’è lo stemma dell’arcivescovo Giacomo (1379).

Il rosone è lo splendore dimenticato di quel superbo e meraviglioso periodo che fu il Medioevo, altro che “eta’ intermedia” tra la classicità ed il Rinascimento (E’ il significato del termine “Medioevo”!).

Le antiche cattedrali sono libri simbolici che raccontano la fede vissuta e spronano la testimonianza. Recuperare questo mondo simbolico significa non solo fare opera di cultura ma anche di stile credente che nel simbolo dice e rivela l’Indicibile.