Pubblicità in concessione a Google

A Grottaglie rammento un venditore di tale leccornia nei pressi della scuola elementare “Calò”.

Pubblicità in concessione a Google

Naturalmente, ogni volta che ci passavo da vicino, imploravo mia madre per comprarmela: il colore mio preferito era il rosso e ricordo ancora il cognome del venditore, Vitale e che era claudicante.

A Grottaglie si chiamava “la pisciamarianna”. A ripensarci oggi,quel “nettare” è ancora più prelibato ed attraente di allora , perché vi ho aggiunto la dolcezza e la fantasia dell’infanzia ormai persa!

Mia nota storica: Perché ricorre il nome “Marianna”? E’ un ricordo dei Francesi di Gioacchino Murat nel nostro Meridione. Marianna è quella bella ragazza, del seno nudo, che con la bandiera in mano guida le rivolte francesi per la libertà,nell’iconografia transalpina. Assieme al galletto ed ai gigli, è uno dei simboli dei “cugini” francesi.

Pubblicità in concessione a Google