E, alla fine, ritorna sempre la Storia che pochissimi conoscono.

Visto che dall’aeroporto di Grottaglie (la pista piu’ lunga del meridione con i suoi 3200 metri) ormai si levano in volo continuamente solo i bla bla bla e le dichiarazioni dei vari politici locali e dei vari “addetti ai lavori”, senza concludere nulla,posto questa foto storica a testimonianza di una base aerea tra le più importanti d’Italia sia nel periodo fascista antecedente la II guerra mondiale,sia durante la guerra stessa e sia nel post bellum con la sua Sciv(scuola centrale istruttori volo). Nel 1964 divenne,anche, aeroporto civile, con voli Alitalia (Ati)
.
E’ il settembre 1943,aeroporto militare di Grottaglie: il generale inglese Bernard Law Montgomery,mitico comandante supremo delle forze militari inglesi (al centro della foto con il caratteristico copricapo), visita il nostro aeroporto,ampiamente e duramente bombardato dalle forze alleate nelle loro varie incursioni (vedi sfondo), a testimonianza della sua strategica importanza nello scacchiere bellico del mediterraneo e non solo.

Dopo il proclama di Badoglio dell’8 settembre 1943 nacque l’Aeronautica Cobelligerante Italiana (in inglese: Italian Co-Belligerent Air Force, ICBAF), denominazione convenzionalmente utilizzata per identificare la Regia Aeronautica ricostitutasi nel così detto Regno del Sud,con equipaggi italiani e mezzi di provenienza sia alleata che di produzione nazionale e germanica.

Data l’attuale situazione del nostro ex glorioso aeroporto,posso non ricordare…
Nessun maggior dolore
che ricordarsi del tempo felice
ne la miseria”…(Dante, canto V Inferno)?