Pubblicità in concessione a Google

L’arte, in qualsiasi forma si esprima, rappresenta uno strumento utilizzato dall’uomo per conoscere se stesso, le sue origini, il suo destino, ma anche un modo per narrare i soprusi subiti, la propria sofferenza, i propri ideali; è una forma di comunicazione che da sempre vive nelle civiltà, uno strumento attraverso il quale l’uomo può conoscere la sua storia e le sue origini.

Pubblicità in concessione a Google

I numerosi artisti che hanno contribuito all’esecuzione dei murales, abili nella tecnica e meticolosi nella scelta dei temi già presenti nell’immaginario collettivo, sono bisognosi di una trasposizione per immagini in quanto, avvertono sensibilmente il genius locie le urgenze comunitarie. Sono artisti che scelgono di fare murales, probabilmente proprio per il contatto che si ha con il pubblico, con chi passando di lì non può fare a meno di riconoscersi in quella cultura, in quella tradizione, in quel mito locale. La scelta dei pittori di dipingere all’aperto, non chiusi nel proprio studio, è un’esperienza particolare, che pochi accettano. E’ un po’ come essere disposti a rivelare qualcosa di intimo, la propria gestualità, accettare lo sguardo esterno durante il proprio operato, affrontando anche dimensioni non abituali.

Poiché si opera in strada, tra la gente comune, il murale, attira l’attenzione, diviene una scuola, un museo all’aperto che coinvolge emotivamente, entrando nel mondo interiore degli individui, sollecitando la creatività di ciascuno. Le opere murali, dunque, in qualche modo abbattono le mura che rappresentano l’anonimato, la chiusura, le barriere tra le diversità, aprendosi tra forme e colori, con l’intento di parlare e interpretare il bisogno degli abitanti, presenti, passati e futuri, di urlare la propria identità. Sebbene il significato della maggior parte delle opere murali sia intrinseco (basterebbe ammirarle in tutto il loro splendore per recepirne un messaggio carico di emozioni), i comuni dovrebbero garantirne e programmarne la divulgazione, permettendo a tutti di conoscerle e capirle.

Pubblicità in concessione a Google