Via Mastropaolo a Grottaglie: con una passeggiata conoscere la storia del proprio paese per amarlo, mentre, impalpabile come come una leggera e vellutata carezza amica inizia a scendere la sera ed i vicoli e le stradine si tingono alla luce dei lampioni.

Chi era Corrado Mastropaolo?
Nato a Grottaglie nel 1889, nel 1907 si arruolò nell’Esercito Regio. Nel 1913, quando fu bandito il concorso per la formazione di truppe coloniali si arruolò in queste truppe e fu destinato a Bengasi nel settembre 1913. Si distinse per coraggio,sprezzo del pericolo e valore militare.
Insomma, più di qualcuno lo chiamò “eroe”!

Fu fatto segno a menzioni onorevoli –ricorda la sorella Lina in un libello a lui dedicato- Corrado ebbe promozioni per meriti di guerra, fu proposto per medaglia al valore e raggiunse il grado di sergente maggiore”.

Morì il Libia nel 1917, dopo che era stato preso prigioniero dagli Arabi.
Di lui ci resta l’immagine (tratta da “Un eroe d’Italia. Corrado Mastropaolo. Ricordi della signorina Lina Mastropaolo,sorella dell’eroe” Grafica Cressati, Taranto, 1956) di un combattente impavido “ritto sul pronao di un povero tempietto cattolico, guardare con una certa sfida ora una vicina pagoda ora le guglie di una lontana moschea; e nella loro enfatica ammirazione lo dissero “figlio del sole

In questa mia foto, una casa a me particolarmente cara…quella dei miei nonni e di mia zia Marietta.