Pubblicità in concessione a Google

…”Stato indicante la popolazione di fatto del Comune di Grottaglie ad ogni 31 dicembre o 1° gennaio dell’anno successivo prendendo per base il censimento generale” Atti dell’Archivio comunale dal 1861 al 1911

Pubblicità in concessione a Google

Il 31 dicembre 1861 7.858
Il 31 dicembre 1871 8.747
Il 31 dicembre 1881 9.579
Il 31 dicembre 1891 10.507
Il 31 dicembre 1901 11.405
Il 31 dicembre 1911 11.907
Il 31 dicembre 1931 14.155
Il 31 dicembre 1951 20.529
Il 31 dicembre 1961 22.446 +9,8% (dal ’51 al ‘61)
Il 31 dicembre 1981 27.884 +23,9 % (dal ’61 al ’81)
Il 31 dicembre 1991 30.947 +10,2% (dal ’81 al ‘91)
Il 31 dicembre 2001 31.969 +14,5% (dal ’81 allo ‘01)

…Il cuore é rappresentato dalla Chiesa Matrice e da il Palazzo del Principe (palazzo Cicinelli)
Questa zona é la più antica e contestualmente quella maggiormente trasformata nel corso dei secoli. Non conosciamo la conformazione originaria. Neppure sappiamo delle funzioni che in essa si svolgevano. Di lunga durata dev’essere stata la contesa per la conquista degli spazi antistanti, sia in rapporto al palazzo “del principe”, sia in funzione alla esigenza di definire uno spazio antistante la chiesa Matrice. Solo con l’Unità del Paese e quindi con il diminuito rilievo del “principe” -informano gli storici- questa esigenza venne soddisfatta formano un sagrato-piazza mediante l’abbattimento di alcuni isolati.
Sia la chiesa Madre che il palazzo del Principe necessitano di restauri. Nella chiesa bisognerebbe ripristinare l’originaria copertura eliminando quel pesante insieme di travi che sembrano di cemento armato.

Mentre nel palazzo -oltre ad un frazionamento che limiterà per non poco tempo una accurata manutenzione- si potrebbe celermente ripristinare gli alloggi dell’ultimo piano, ora abbandonati e diruti. Ristabilire la fisionomia della chiesa Madre e del palazzo, con interventi di manutenzione e ripristino, riconferirebbe alla piazza Regina Margherita il decoro perduto”.
(Tratto da webfolder01/urbanistica/Pages/relazione_generale.htm)

Pubblicità in concessione a Google