A perenne ricordo di quanti morirono per la follia di una guerra e perché la Storia non si deve mai dimenticare…

Dal gennaio 1944 fino alla fine della guerra in Europa nel maggio 1945, il 449° Bomb Group (Gruppo aereo di bombardamento pesante) americano operava da Grottaglie con aerei B-24 Liberator.

Come campo aeronautico anche tedesco, quello di Grottaglie era stato un obiettivo primario della 12a Forza Aerea che operava dall’Africa settentrionale nel 1942 e all’inizio del 1943.

Con il primo gennaio 1944, il 449° BG era pronto per iniziare le operazioni di combattimento. Esso cominciò ad arrivare a Grottaglie alla fine di dicembre 1943: il campo e gli edifici circostanti erano per lo più distrutti per i ripetuti bombardamenti della 12a Forza aerea. Nel corso dei 17 mesi nei quali il 449 fu a Grottaglie, sono state fatte molte riparazioni e miglioramenti, unitamente a una pulizia generale.

Da Grottaglie, il 449 ha volato per un totale di 254 missioni di combattimento contro obiettivi dell’Europa centrale e orientale. Le missioni a nord arrivarono fino Ratisbona e Monaco di Baviera in Germania e Vienna in Austria, così ad oriente fino a Ploesti in Romania e ad ovest fino sud della Francia.

Per le missioni del 4 Aprile ’44 su Bucarest e del 9 Luglio dello stesso anno sulle raffinerie di Ploesti, sempre in Romania, il Gruppo ricevette il riconoscimento Distinguished Unit Citation – DUC.

Il 18 novembre 1944, questi aerei di stanza a Grottaglie bombardarono pesantemente obiettivi militari a Vicenza, Verona, Venezia, Udine e Aviano.

Quelle che vedete sono due rare foto di questo Bomb Group all’aeroporto militare di Grottaglie.