PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802

Un mio doveroso ricordo per questo parroco al quale ero legato con affetto e che era stato battezzato da mia zia Marietta.

PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802

Mi vengono subito in mente gli immortali versi di Orazio:”Ille terrarum mihi praeter omnes angulus ridet” ovvero “Quell’angolo di terra (la tomba) mi sorride più di qualunque altro“.

Ho sempre ritenuto che la storia locale abbia in custodia la memoria del nostro paese e del territorio circostante e conoscere il passato ha un significato fondamentale:quello di non farci sentire come estranei nell’ambiente dove viviamo. E la storia locale non ha nulla da invidiare a quella nazionale o mondiale.

Ciascuno di noi non è una monade, chiusa ed isolata in se stessa. Siamo sì qualcosa d’unico e di singolare ma, siamo anche una relazione, un rapporto con gli altri, perché non viviamo nel deserto come eremiti ma in una società,ora divenuta e trasformatasi in villaggio globale.

Don Cosimo, da figlio “prodigo” ed amorevole della nostra cittadina, ha cercato di far conoscere, o in alcuni casi far riscoprire il proprio paese a tutti quelli che da anni lo hanno dimenticato o non lo hanno mai conosciuto, ripercorrendo un po’ alla volta quali sono le tradizioni ancora in uso e quelle di cui si sta perdendo la memoria, ricordando, inoltre, filastrocche, parole, immagini e proverbi locali.Il tutto condito da una perizia storica e letteraria degna di lode.

Con le sue opere ha svolto una meritoria opera di divulgazione attiva che, certamente, rimarrà nella mente e nel cuore di chi apprezza queste cose e di chi ha a cuore il destino e la dignità del proprio paese.

Il Signore lo ha accolto nella Sua pace e nella Sua serenità e madre Terra sarà soffice e premurosa con lui.

Conservo sempre con grande cura i suoi libri, donatimi in occasione dei nostri incontri.

PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802