Pubblicità in concessione a Google

Fin dai tempi antichi il ruolo del campanile, e di conseguenza delle campane che in esso sono alloggiate, è stato fondamentale per lo svolgimento dei rituali liturgici.

Pubblicità in concessione a Google

Nell’era di internet e della comunicazione globale, può sembrare inutile, se non addirittura fastidioso un campanile vicino casa, eppure i rintocchi dei sacri bronzi per secoli hanno scandito la vita della gente, e ne hanno anche annunciato gli eventi più importanti della comunità.E’ stata proprio questa forse la funzione principale delle campane: richiamare all’unità tutte le persone segnate dai medesimi eventi lieti o tristi della vita; mediante il suono delle campane non possiamo esimerci dal partecipare ai dolori e alle gioie del prossimo, quale segno di una più autentica solidarietà fraterna.Ancor più per noi uomini del terzo millennio, strangolati dalla frenesia convulsa delle nostre giornate, il suono di una campana potrebbe addirittura diventare quel “gancio” che dal cielo ci “sveglia” e ci riporta ad una realtà più umana, aiutandoci a ritornare padroni del nostro tempo, più consapevoli dello scorrere della nostra storia che comunque è pur sempre fatta anche un po’ di cielo. La voce del campanile ricorda a tutti che formiamo una sola famiglia e ci invita a radunarci per manifestare la nostra unità in Cristo, in un’epoca dove l’individualismo assunto a valore supremo, siamo sempre più schiacciati dalla solitudine. ..”( Da spdp.it)

Godiamoci i campanili ancora esistenti delle nostre chiese grottagliesi , con la sola eccezione dell’ultimo sotto a destra (piazza Regina Margherita, demolito).

Da sinistra in alto: Confraternita del purgatorio,confraternita ss.Sacramento,Madonna del Lume,Madonna di Mutata,Madonna di Pompei,S.Chiara,Chiesa Matrice,S.Francesco de G.,S.Lorenzo(via XXV luglio),S.Lucia,Madonna del Carmine,Piazza R.Margherita(abbattuto).
Manca, nel collage, il campanile della chiesa di San Francesco di Paola .

(A proposito: sapete perché si chiamano “campane? Semplicemente perché venivano costruite all’origine, in Campania. Il loro nome esatto, in latino, era “vasa campana“!

Pubblicità in concessione a Google