Questa statua, dedicata alla nostra compatrona,la Madonna di Mutata, fu commissionata dagli stessi Grottagliesi e realizzata a Napoli nel 1777 da Lorenzo e Tommaso Telese.

Secondo un documento l’opera sarebbe stata pagata 1000 ducati, con anticipo di 500 ducati e non sappiamo nulla dei loro fattori. A tale somma contribuì anche il capitolo locale, con 30 ducati.

La data indicata è impressa sulla base e l’opera è ubicata e custodita nella chiesa di S.Chiara a Grottaglie.
E’ un mezzo busto, con la caratteristica che le mani e i piedi del Divin Bambino sono ad argento fuso.

Sulla custodia a muro c’é un’iscrizione latina di cui vi faccio direttamente la traduzione: “Qui è conservata l’immagine di Maria, fatta in argento, che il popolo grottagliese realizzò a sue spese nell’anno del Signore !777”.