«Prosegue senza sosta l’attività dell’Ambito Territoriale n.6, coordinato con riconosciuta competenza dal Dirigente dell’Ufficio di Piano, Dott. Giovanni De Giorgio e che vede Grottaglie come Comune Capofila e che comprende i comuni di Carosino, Faggiano, Leporano, Monteiasi, Montemesola, Monteparano, Pulsano, Roccaforzata, San Giorgio Jonico, San Marzano di San Giuseppe e il Distretto Socio Sanitario della Asl/Ta.» Lo dichiara una nota della Amministrazione Comunale di Grottaglie.

«Tra i vari progetti – prosegue la nota, da segnalare l’ammissione di 61 domande al programma “Cantieri di Cittadinanza”, un progetto regionale di inclusione sociale e contrasto alla povertà, che consente ai beneficiari di fruire di un compenso economico in cambio di una prestazione lavorativa a favore della Comunità. Nella giornata di ieri, 28 Aprile 2016, sono stati sottoscritti i relativi contratti, a seguito della convocazione dei soggetti ammessi in graduatoria. I progetti, della durata di 6 mesi ciascuno, si prefiggono come obiettivo primo quello di consentire alle fasce deboli di poter godere della possibilità di formazione e lavoro. Il tutto, in linea con la strategia già avviata dalla Regione Puglia di “inclusione attiva”, che mira ad integrare la centralità del lavoro con la dignità umana.
Gli interessati – conclude la nota della Amministrazione Comunale di Grottaglie – saranno impegnati in attività a supporto di uffici amministrativi, di vigilanza, decoro urbano, manutenzione del verde pubblico, ecc., per la durata di sei mesi, ricevendo un’indennità mensile pari a 500,00 euro.»

L’ Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Grottaglie, Aurelio Marangella, lo ha definito “un segnale di bella politica, aggiungendo che – avere come priorità l’inclusione dei soggetti fragili nella società, è un impegno umano prima ancora che politico. L’obiettivo è essenzialmente ridare quella dignità che dovrebbe appartenere a tutti, indistintamente.”

«Nell’ambito delle politiche finalizzate al contrasto della povertà sociale e dell’ emarginazione sociale, – ricorda il Sindaco, Ciro Alabrese abbiamo cercato di sfruttare tutti gli strumenti da cui una Macchina Amministrativa può attingere, pur di soddisfare, almeno in parte, le esigenze di questo territorio.”