Diego Ulissi della Lampre-Merida ha vinto l’ottava tappa del Giro d’Italia, 179 chilometri da Foligno a Montecopiolo. La seconda vittoria in questo giro. Maglia Rosa per  Cadel Evans: il 37enne australiano della Bmc, 3° nel 2013, aveva già indossato il simbolo del primato per un giorno nel 2002 e per un altro nel 2010.

La carovana del Giro arriva a Lugo per una nona tappa molto impegnativa.  La piccola città fra mare e collina ha un’economia basata sull’agricoltura, la manifattura e sul commercio: il mercato del mercoledì al Pavaglione è tra i più noti e maggiori d’Italia. Qui il Giro c’è stato nel 1914 (Pierino Albini). Tra i luoghi di interesse Rocca Estense (XVI secolo), Pavaglione (XVI secolo), Teatro Rossini (XVIII secolo), Meridiana dei Popoli (2012), Parco del Loto, Canale dei Mulini. A tavola non perdetevi Mnestra sòta o int e’ brod (minestra asciutta o in brodo); cannelloni alla Rossini (piatto della borghesia lughese), Curzul (pasta fresca fatta a mano tirata al matterello) allo scalogno di Romagna; Castrato, trippa in umido, salsiccia matta, cotechino; Piadina romagnola; Salumi di mora romagnola; Sugali (biscotto al mosto) con Trebbiano di Romagna (bianco, frizzante, spumante), Albana di Romagna (bianco, passito), Cagnina di Romagna (rosso), Sangiovese di Romagna (rosso).

Arrivo previsto dopo 172 km a Sestola, cittadina  votata al turismo con un’offerta completa per tutte le stagioni: escursionismo e sci durante l’inverno, attività sportive di ogni genere nei mesi estivi (golf, mountain bike, tennis, centri ippici, parchi avventura). Qui il Giro arriva per la seconda volta. Se vi fermato a mangiare non perdetevi le Crescentine fritte (o tigelle), pesto (o cunza) alla modenese (salsa da condimento), tagliatelle al ragù, al sugo di funghi o al sugo di cinghiale, tortellini e passatelli in brodo, cotechino, zampone di Modena; Bollito misto; Bensone modenese (ciambella) e degustate Lambrusco (rosso, rosato, frizzante), Lambrusco Reggiano (rosso, rosato, frizzante), Lambrusco Grasparossa di Castelvetro (rosso, rosato, frizzante). Da visitare Fortezza di Sestola (XVI secolo) con le sue raccolte museali, Chiesa parrocchiale di San Nicolò(XVII secolo), Chiesa della Madonna del Rosario (XVII secolo), Impianti sciistici e snowboard Monte Cimone (50 km).