«La Befana, anche quest’anno è volata via sulla sua bella scopa nel buio della notte. Ha lasciato il palco dell’associazione Utòpia col cuore colmo di gioia e di soddisfazione.» E’ il commento di Francesca Urselli, segretario di Progetto Utòpia, al termine del periodo natalizio e della iniziativa che ha impegnato attivisti e simpatizzanti della associazione.

«L’aver colto le espressioni incredule dei tantissimi bambini che, con gli occhi sgranati, si sono trovati davanti così tanti doni l’ha resa veramente felice – prosegue la Urselli. Questa è una gioia che non ha prezzo e riviverla ogni anno in un modo sempre più coinvolgente è meraviglioso. I bambini della Befana di Utòpia non sono presuntuosi e non fanno i capricci, ricevono i loro doni con gratitudine e per loro non ha valore il giocattolo fine a se stesso ma sembrano gioire dell’attenzione che una notte è a loro riservata. Nello scorrere dell’anno solare, essi sembrano quasi non esistere ma in quella notte i riflettori magicamente illuminano le loro vite e non si può non emozionarsi e sperare che il futuro riservi per loro qualcosa di buono.

L’associazione socio/culturale Utòpia di Grottaglie con il suo rappresentante, Ciro Petrarulo, sentitamente ringraziano tutti coloro che quest’anno la hanno affiancata in questa missione di felicità e socializzazione, con un grande ringraziamento ai cittadini di Monteiasi che numerosissimi hanno partecipato con i loro doni ed impegno fattivo.»