Nel trentennale della Convenzione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, il Consiglio Nazionale Forense, per il tramite della Commissione interna per i progetti sulla educazione legalità, nella consapevolezza del ruolo sociale dell’Avvocato, ha organizzato tre eventi sui diritti dei “più piccoli” che si svolgeranno “in parallelo”.

La Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

La Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (Convention on the Rigths of the Child – CRC) è approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989, e ratificata dall’Italia il 27 maggio 1991 con la legge n. 176.

Dal 1989, la Convenzione è divenuta il trattato in materia di diritti umani con il più alto numero di ratifiche: oggi sono 196 gli Stati che si sono impegnati nel rispetto dei diritti in essa riconosciuti.
Il documento è stato costruito armonizzando differenti esperienze culturali e giuridiche, dopo quasi un decennio di lavori preparatori. La Convenzione rappresenta un testo giuridico di eccezionale importanza poiché riconosce, in forma coerente, tutti i bambini e tutte le bambine del mondo come titolari di diritti civili, sociali, politici, culturali ed economici.

È composta di 54 articoli e da tre Protocolli opzionali, concernenti i bambini in guerra, lo sfruttamento sessuale e le procedure di reclamo (che consente anche ai minorenni – individualmente o in gruppo – di sollevare reclami relativi a specifiche violazioni dei propri diritti). Il testo è ripartito in tre parti, la prima contiene l’enunciazione dei diritti (artt. 1-41), la seconda individua gli organismi preposti e le modalità per il miglioramento e il monitoraggio della Convenzione (artt. 42-45), mentre la terza descrive la procedura di ratifica (artt. 46-54).

Taranto, Roma e Torino, le sedi degli incontri

Una delle tre località prescelte dal Consiglio Nazionale Forense a livello nazionale è Taranto dove, in contemporanea con Roma e Torino, si terrà la giornata “L’Avvocatura a servizio dei piccoli: dal bambino all’adulto”; nella città dei due mari la manifestazione si terrà nell’ex Basilica del Dipartimento Jonico dell’Università degli studi di Bari “Aldo Moro”, in via Duomo n. 259 a Taranto.

Il programma della giornata

La sessione mattutina, dalle ore 10.00 alle ore 12.00, sarà dedicata alle scuole con la realizzazione di attività laboratoriali sulle “buone regole” cui parteciperanno gli alunni dell’Istituto Comprensivo “XXV Luglio–Bettolo” di Taranto; nell’occasione i loro tutor saranno gli studenti del Liceo delle Scienze Umane ”Vittorino da Feltre” guidati da avvocati del Foro di Taranto impegnati in progetti di educazione alla legalità.
Nell’occasione sarà presentato il libro “Bebè nel mondo che vorrei. Piccoli racconti sui diritti dei piccoli” di Alessandra Tilli, una pubblicazione promossa dalla Fondazione dell’Avvocatura Italiana.La sessione pomeridiana, dalle ore 14.30 alle ore 16.30, sarà dedicata, in contemporanea nelle tre location nazionali, alle esperienze sulla tematica dei diritti dell’infanzia; i lavori saranno moderati dall’Avvocato Angela Mazzia, referente per i Progetti sulla Legalità dell’Ordine degli Avvocati di Taranto.
A Taranto i lavori saranno aperti dagli interventi dell’Avvocato Fedele Moretti, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Taranto, e dei Consiglieri Nazionali Avvocato Vincenzo Di Maggio (Distretto Di Lecce) e Avvocato Manuel Virgintino (Distretto Di Bari), nonché dell’Avvocato Domenico Facchini, referente per i Progetti sulla Legalità dell’Ordine degli Avvocati di Trani
In seguito interverranno la Professoressa Pamela Martino, Coordinatrice del Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza del Dipartimento Jonico Uniba, Il Dottor Ludovico Abbaticchio, Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza – Puglia, la Dottoressa Bombina Santella, Presidente del Tribunale per i Minorenni Di Taranto, la Dottoressa Pina Montanaro, Procuratore presso il Tribunale per i Minorenni di Taranto.

Per il mondo scolastico interverranno la Dottoressa Anna Cammalleri, Direttore URS Puglia, il Dottor Mario Trifiletti, Direttore Provinciale USR, la Dottoressa Alessandra Larizza, Dirigente del Liceo delle Scienze Umane “Vittorino Da Feltre” e la Dottoressa Vilma Romano, Dirigente dell’I.C. “XXV Luglio–Bettolo”.