Domenica 24 maggio al ristorante “La Barca” di marina di Pulsano quattro grandi chef stellati cucineranno insieme per l’Abfo, associazione benefica Fulvio Occhinegro.

Il ricavato della cena andrà interamente devoluto in beneficenza per realizzare una mensa stabile per famiglie disagiate all’interno del centro di solidarietà Abfo, in modo da creare un momento sereno di convivialità alle famiglie che frequentano l’associazione. “Le mense per persone in difficoltà già esistono e fanno tanto ma noi sogniamo di realizzare una mensa dedicata alle famiglie in difficoltà, dopo che alcuni papà ci hanno raccontato di sentirsi a disagio a portare i bambini nelle mense che si occupano di senza tetto – racconta Eleonora Occhinegro vice presidente dell’Abfo – per questo abbiamo deciso di creare un momento di condivisione e serenità per le famiglie che frequentano l’associazione, dove ritrovare il calore dello stare insieme a tavola”. Lo chef de La Barca, Salvatore Carlucci, aprirà la sua cucina ai più grandi chef stellati pugliesi, che rispondono a nomi del calibro di Antonella Ricci e Vinod Sookar (chef di “Al fornello da Ricci” a Ceglie Messapica, il più antico ristorante stellato di Puglia), Angelo Sabatelli (ristorante Angelo Sabatelli di Monopoli) e Lucio Mele (sous-chef di Maria Cicorella del ristorante “Al Pashà” di Conversano, una stella Michelin). Tutti insieme, gratuitamente, per mettere in tavola una cena straordinaria in cui si fondono i sapori di ogni angolo della Puglia, il cui ricavato verrà donato interamente all’Abfo. I vini della cena saranno selezionati fra le etichette prodotte dal noto viticoltore Gianfranco Fino, fra le quali “Es”, giudicato per due volte il miglior vino d’Italia. Prima della cena si terrà un’asta di beneficenza. Alcuni produttori di olio e vini pregiati hanno aderito all’iniziativa donando bottiglie da collezione e di altissima qualità. Le bottiglie andranno agli ospiti più generosi durante l’asta.
L’Abfo opera da 10 anni a Taranto nel settore del volontariato e si dedica a famiglie disagiate, minori, cittadini senza fissa dimora ed anche delle recenti emergenze profughi. Da circa due anni gestisce un centro di solidarietà polivalente in via Lago di Montepulciano che a tutt’oggi ha registrato circa 30mila accessi all’interno del quale, grazia al costante apporto dei volontari, è possibile sostenere quotidianamente circa 900 famiglie tarantine.

I migliori chef della regione, che rappresentano l’eccellenza della Puglia in giro per il mondo, non ci hanno pensato due volte ed hanno subito aderito con entusiasmo all’iniziativa benefica” racconta entusiasta chef Salvatore Carlucci che aggiunge, “abbiamo organizzato un corso apposito per i volontari dell’Abfo che durante la serata serviranno ai tavoli”.

La cena è un primo passo, servirà anche a raccogliere nuove idee, poi organizzeremo altre iniziative per raccogliere fondi, perché creare la mensa costa decine di migliaia di euro – spiega Eleonora Occhinegro – speriamo di poterla inaugurare presto e vedere di nuovo ai fornelli gli chef stellati”.