foto archivio

«Non è bastato togliere la parola “Nord” dal simbolo della Lega, perché sappiamo chi sono il neo ministro Matteo Salvini e il suo partito, assieme alle ideologie e alle forze politiche a cui sono legati.» Lo dichiara in una nota Chiara Intermite, della segreteria di Sud in Movimento.

«Il Sud in movimento – ribadisce la nota – si contrappone e si contrapporrà a qualunque forma di politica estremista, razzista, che fomenta odio e genera confusione, rimarcando l’importanza dell’accoglienza e della solidarietà sotto le diverse forme, due elementi invalicabili che danno valore aggiunto a ciascun individuo e all’intera comunità. Siamo per la condivisione e per l’inclusione sociale, lo siamo sempre stati e sempre lo saremo

Questo governo non ci rappresenta»