Non è la prima volta che ci occupiamo dello stato della fontana monumentale in piazza Principe di Piemonte a Grottaglie, e temiamo non sarà neppure l’ultima.

Periodicamente ci viene segnalato il suo stato di manutenzione, non sempre ottimale; acqua torbida, schiuma, carte e foglie secche sono non di rado lo spettacolo a cui assistono i tanti cittadini che in quella piazza si incontrano. Certo non si possono pretendere interventi quotidiani, e senza dubbio molti degli “intrusi” presenti nella vasca sono stati portati dal vento o dal caso.

Appare un po’ più difficile però credere alla casualità quando in fondo alla vasca, ben visibile nonostante l’acqua opaca e semilimacciosa, fa bella mostra di se il copri cerchione di un’automobile.

Niente di grave, commenterà qualcuno, nei nostri corsi d’acqua c’è chi scarica ben altro di più pericoloso ed inquinante, e non abbiamo difficoltà a crederlo. Forse quel copri cerchione era un frisbee improvvisato finito nella vasca a causa di un lancio sbagliato, non lo sappiamo e non lo sapremo.

Quello che sappiamo è però che è nella vasca di una fontana al centro della città, e che è davvero difficile credere che nessuno si sia accorto della sua presenza o che nessuno abbia assistito al momento del suo improvvido “tuffo”.

Quello che ci piacerebbe credere è che qualcuno di coloro che assistono quotidianamente allo scempio che pochi incivili fanno dei tanti angoli della nostra Grottaglie (e l’elenco, da piazza Cafforio alle cave di Fantiano, sarebbe quasi infinito) cominci ad alzare la voce e protestare, cominci a segnalare – nei modi consentiti dalla legge – i protagonisti di questi gesti alle autorità competenti, cominci a ricordare che le cose di tutti richiedono che per la loro tutela tutti si sentano defraudati quando queste vengono danneggiate o deturpate.

Allora, e solo allora, potremo cominciare a dirci cittadini civili che meritano quello che hanno e che hanno il diritto ed il dovere di indignarsi quando qualcosa, per quanto piccolo ed apparentemente insignificante sia, viene strappato al piacevole usufrutto di tutti.