Nei giorni scorsi, la giunta regionale ha stanziato, nell’ambito di un investimento complessivo di 60 milioni di euro, circa quindici milioni per la sanità tarantina.

Di questi, otto milioni e cinquecento mila euro sono destinati ai lavori di riconversione dell’Ospedale San Marco di Grottaglie in Presidio Post Acuzie (PPA) e Presidio Territoriale Assistenziale (PTA), così come previsto dalla Delibera n. 3109 del Direttore Generale della ASL Taranto dello scorso 17 dicembre, che ha approvato il progetto definitivo per i lavori e l’indizione della gara per l’affidamento congiunto della progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori indicando le risorse proprio nel finanziamento dai fondi FESR Puglia 2014-2020 – Azione 9.12.

Il San Marco diventa un Presidio Territoriale Assistenziale

“La riconversione del San Marco è prevista dal Piano di Riordino Ospedaliero della Regione Puglia e risponde alle nuove esigenze della popolazione e a una più efficiente gestione della salute pubblica in un territorio caratterizzato da una maggiore percentuale rispetto al passato di persone anziane o affette da malattie croniche. La sanità non deve essere più centrata sull’assistenza ospedaliera ma deve puntare all’integrazione tra servizi sanitari e socio-sanitari territoriali, rispondendo così, in maniera funzionale, alle esigenze della popolazione e garantendo qualità e economicità.”

E’ quanto comunica l’ASL attraverso una nota inviata ai media.

Ecco cosa offre l’ospedale di Grottaglie

“Il presidio offre già l’integrazione tra i servizi ospedalieri e quelli del poliambulatorio del Distretto Socio Sanitario 6, Day Service medici e Day Service chirurgici. Le prestazioni erogate riguardano varie branche, quali laboratorio analisi, cardiologia, pneumologia, reumatologia, ostetricia e ginecologia, geriatria, medicina/lungodegenza, dialisi, endocrinologia/diabetologia, chirurgia, chirurgia vascolare, gastroenterologia digestiva, fisiatria, ortopedia, chirurgia urologica, chirurgia plastica, ernia center e medicina dello sport. Sono in corso di attivazione le branche di cardiologia oncologica, endocrinologia NAD e ago aspirato, neurologia. All’interno del presidio si colloca, inoltre, la sede della Continuità assistenziale, mentre è in fase progettuale l’attivazione del CPT e dell’Ospedale di Comunità.”

Anche Medicina Fisica e Riabilitativa e dell’ambulatorio di Fisioterapia

All’interno del presidio anche la struttura di Medicina Fisica e Riabilitativa e dell’ambulatorio di Fisioterapia, per la quale è stato recentemente terminato un progetto di ampliamento e modernizzazione durato un anno. Dall’inizio del 2020, i 12 fisioterapisti hanno a disposizione attrezzature moderne e efficienti per la riabilitazione logopedica e occupazionale, per la riabilitazione propriocettiva, della spalla, del gomito, del ginocchio, oltre a sollevatori e stabilizzatori. Le palestre riabilitative per i degenti e degli ambulatori sono state dotate di attrezzature come panche, scale, tapis roulant e a breve sarà attivata la riabilitazione cardiologica. C’è anche l’ambulatorio di riabilitazione del pavimento pelvico e del trattamento del linfedema e l’obiettivo a breve termine è quello di implementare in tutte le strutture apparecchiature elettromedicali, anch’esse di ultima generazione.

“Il presidio di Grottaglie resta un avamposto sicuro e indispensabile per la cura della popolazione di tutto il bacino jonico; il suo riconoscimento da parte dei cittadini è confermato dal successo dell’open day dello scorso gennaio. In occasione della festa di San Ciro, medico, patrono di Grottaglie e protettore degli ammalati, per tre giorni sono state disponibili prestazioni specialistiche gratuite realizzate grazie, soprattutto, alla disponibilità di tanti medici, che hanno partecipato in maniera volontaria oltre i propri impegni istituzionali.”

Continua la nota.

A fronte di numerose richieste, sono state effettuate più di 200 tra visite e prestazioni (ginecologiche, chirurgiche, endocrinologiche, diabetologiche, geriatriche, fisiatriche, gastroenterologiche, dermo-oncologiche, vascolari, consulti nutrizionali, indagini diagnostiche di eco-doppler vascolari, risonanza magnetica articolare e indagini di diagnostica ginecologica) su cittadini residenti prevalentemente a Grottaglie, San Giorgio Jonico e Taranto, che hanno usufruito dell’open day per effettuare delle visite necessarie e hanno poi manifestato la propria soddisfazione per il servizio offerto.