Pubblicità in concessione a Google

“Massima attenzione da parte dalla nuova Amministrazione provinciale nei riguardi di interventi essenziali per il territorio. Accanto ad una serie di provvedimenti tesi a non veder sfumare risorse già assegnate negli anni scorsi per la realizzazione di importanti interventi infrastrutturali, si registra l’affidamento dell’incarico professionale per “il collaudo in corso d’opera e finale tecnico-amministrativo e collaudo statico” relativo ai lavori di “collegamento SS7-Aeroporto di Grottaglie”.”

Pubblicità in concessione a Google

E’ quanto informa direttamente l’Ente con una inviata ai media.

“Quello appena adottato – dichiara il presidente Melucci in relazione a quest’opera – è l’ennesimo provvedimento che dimostra una volta di più la nostra volontà di ottimizzare i tempi e garantire all’intero territorio importanti ricadute economiche sfruttando e valorizzando tutte le risorse a disposizione, come l’Aeroporto di Grottaglie. Che, pur essendo ritenuto uno degli asset strategici più significativi ed attrattivi della Puglia, sino ad oggi non ha potuto contare su collegamenti degni di tal nome.”
Finanziati interamente dalla Regione Puglia nell’ambito del “Patto per lo Sviluppo 2014/2020, i lavori che garantiranno la connessione stradale della SS7 con l’Aeroporto di Grottaglie prevedono la realizzazione, l’ammodernamento e la manutenzione di una rete viaria che assume un’importanza strategica sia in vista della futura operatività del distretto aerospaziale, sia alla luce dei prossimi Giochi del Mediterraneo che si svolgeranno nel Tarantino.”

“La crescita di un territorio – afferma il presidente Melucci – passa anche attraverso la dotazione di infrastrutture viarie e di una rete di trasporti capaci di renderlo facilmente raggiungibile. Noi, in questo caso, stiamo scontando una penalizzazione che però contiamo di superare proprio con iniziative ed interventi che hanno l’obiettivo di migliorare in maniera decisa l’immagine del capoluogo ionico e della sua provincia.”

Pubblicità in concessione a Google