“Questo era l’AEROPORTO DI GROTTAGLIE NEGLI ANNI 60, il mio sogno è che ritorni ad essere ciò che merita di essere”, commenta cosi, quasi nostalgico, Ciro Petrarulo sui social questa mattina.

Alcune fotografie scattate dal Consigliere Provinciale molto probabilmente a dei quotidiani dell’epoca. Era il 18 maggio e si inaugurava a Grottaglie la nuova aerostazione. Il giorno successivo ebbe luogo il volo inaugurale della line Taranto-Napoli-Roma-Torino dell’Alitalia. Il primo Viscount sulla pista di Grottaglie. Nello specifico il velivolo era molto probabilmente il Vickers Viscount V.745D.

A dicembre del 1950 si iniziò la ricostruzione dell’aeroporto e si insediò una nuova scuola di pilotaggio. Nel 1964 divenne aeroporto civile, ospitando principalmente i voli della compagnia di bandiera italiana che collegano Taranto con Roma e con alcune città del Friuli-Venezia Giulia. Nel 1969, a seguito delle risultanze del Rapporto Lino sulla sicurezza negli scali italiani, lo scalo venne chiuso per essere riaperto nel 1985 con l’aggiunta del distaccamento dei Vigili del fuoco di Grottaglie e di una nuova struttura adibita a terminal passeggeri. Nel frattempo venne anche adibito ad uso militare per conto della Marina Militare Italiana, che lo acquisì in concessione d’uso dal 1982, in seguito al riordino dell’Aeronautica Militare. Rimase attivo fino al 2003 per via della presenza di alcune compagnie aeree che si interessarono allo scalo ionico.

Che dire… queste immagini lasciano una malinconia unica.