«L’aeroporto di Grottaglie, grazie all’ insediamento dello stabilimento Alenia, e’ considerato tra i primi 10 aeroporti italiani per traffico merci, eguagliando l’aeroporto di Napoli.» Lo dichiara Cosimo Borraccino, consigliere regionale SEL, che in una nota scrive: «L’indotto Alenia rappresenta sul nostro territorio, l’occupazione di oltre 1500 lavoratori, per la maggior parte giovani, che hanno potuto godere, per giunta, di una formazione professionale di pregio e di alta professionalità in campo aeronautico, materia sino a qualche anno fa sconosciuta al nostro territorio, pur in presenza di un aeroporto da oltre 50 anni.

Pochi mesi fa – ricorda Borraccino – il presidente Vendola e la Societa’ di Gestione degli Aeroporti Pugliesi, hanno presentato le prospettive di sviluppo che il programma “TEST RANGE” offrirà all’ aeroporto di Grottaglie, con diverse ricadute sul piano occupazionale ed industriale in campo aeronautico.

La notizia che la compagnia aerea “Blue Wings Air” aprirà rotte da Foggia rappresenta la conferma che il Governo Vendola non ha mai abbandonato nessun territorio della regione Puglia, ma ha sempre cercato di ottimizzare al meglio ogni opportunità per la crescita socio-economica ed industriale di ciascuna provincia della regione.

L’aeroporto di Grottaglie – afferma Borraccino – sta per rappresentare al più presto il “Polo Industriale Aeronautico” tra i più importanti in Europa, e questo non può che essere una ragione di speranza per l’ulteriore crescita occupazionale.

Recentemente, l’assessore regionale ai trasporti, Giannini, non ha certo chiuso le porte alle possibili opportunità di poter conciliare il trasporto cargo con quello passeggeri, ma perché questo avvenga, si dovranno presentare compagnie solide e con programmi a lungo termine.

Oggi – conclude Cosimo Borraccino, consigliere regionale SEL – Alenia-Aermacchi rappresenta nell’immediato, l’unica opportunità per la crescita industriale (priva di impatti ambientali) del nostro territorio