La firma del decreto che sblocca il bando da un miliardo di euro per il finanziamento di progetti di ricerca e sviluppo per le aziende del comparto aerospaziale riguarda l’intero territorio nazionale” dichiara Gianpaolo Cassese, deputato M5S in Commissione Attività Produttive.

Le risorse – aggiunge Cassese – sono stanziate in base alla legge 808 del 1985, ovvero per interventi per lo sviluppo e l’accrescimento di competitività delle industrie operanti nel settore aeronautico. Sarebbe stato sufficiente leggere la legge per capirne il funzionamento. I fondi sono destinati a tutte le imprese, sia grandi che piccole e medie, operanti nel settore in tutto il Paese, purchè rispettino determinati requisiti. Il decreto firmato dal Ministro Luigi Di Maio e che ora è al vaglio della Corte dei Conti prevede, ad esempio, che le imprese interessate al bando devono aver maturato un certo fatturato nel settore aeronautico nei tre esercizi precedenti, e più precisamente il 25% per le piccole e medie imprese e il 50% per le grandi imprese. Una chiara volontà da parte del Ministro di incentivare soprattutto le piccole e medie imprese del tessuto territoriale molto presenti anche in Puglia e non solo le grandi imprese di interesse nazionale”.

“Recentemente con alcuni colleghi ho visitato gli stabilimenti a Mola di Bari e di Grottaglie convinti dell’importanza strategica di un settore in espansione come quello aerospaziale. Questo importante stanziamento promosso dal Ministro Di Maio – conclude Cassese – che si aggiunge all’altro fondo da un miliardo di euro già destinato in legge di bilancio al Venture Capital per lo sviluppo di Start Up innovative porterà nuove e importanti opportunità di crescita economica anche nella nostra dinamica regione”.