PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802

Esistono malattie che possono covare per anni e manifestarsi all’improvviso: una condizione che non riguarda solo il fisico, ma anche la mente e l’umore. Non a caso l’ansia è una delle patologie psico-somatiche più diffuse: in Italia, ma anche nel resto del mondo. E non è facile da definire, perché chi ne soffre spesso sente di essere solo al mondo. E la situazione si fa talmente buia, che dare un nome al proprio male è l’ultimo dei pensieri. Questo perché l’ansia scatena un senso di inadeguatezza e di disagio che porta allo scoramento e all’agitazione: il pensiero, quindi, è quello di subirla passivamente, pensando che prima o poi sparirà da sola. E invece questo alimenta l’ansia, che tende a peggiorare.

PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802

Ansia e agitazione: in quanti ne soffrono?

Una caratteristica dell’ansia, è quella di plagiare il pensiero di chi ne soffre: l’individuo che soffre di un disturbo d’ansia, pensa di essere “sbagliato”. Dunque pensa di essere un caso rarissimo. In realtà l’ansia, in tutte le sue varie forme, colpisce come minimo 6 milioni di italiani. La tipologia di disturbo d’ansia più diffusa sono le fobie di qualcosa, che colpiscono il 5,7% delle persone in Italia. Eppure, è l’ansia cronica ad essere la più pericolosa: pur essendo meno diffusa, non si manifesta in base a traumi specifici o a paure, ma senza alcuna ragione. In questo caso chi ne soffre vive in una perenne condizione di allerta e di agitazione.

Contrastare l’ansia: le risorse utili

Non è facile contrastare l’ansia, specialmente per chi soffre di ansia generalizzata o cronica. Questo perché i fattori che la scatenano – emotivi, psicologici e fisici – rendono davvero arduo imparare come limitarla. Ma esistono delle risorse molto preziose come combatterelansia.com, un sito interessante sull’ansia che spiega i sintomi più comuni. Qui è anche possibile leggere molti consigli utili per gestire la propria ansia e per intervenire quando sta per prendere il sopravvento. È importante, infatti, capire quali segnali ci avvisano di un attacco d’ansia: soprattutto per riconoscerne la tipologia e per studiare come combatterla.

Altri rimedi per combattere l’ansia

L’insicurezza fa parte di ogni individuo, ma c’è chi ne soffre ad un livello patologico. Ed è spesso questa sofferenza a scatenare l’ansia, soprattutto la sua forma di fobia sociale. Allora ecco la prima soluzione: accettare le proprie insicurezze per superarle, capendo che è impossibile avere il controllo su ogni cosa. Ad un livello pratico, esistono rimedi come l’escolzia che possono dare grande sollievo: si tratta dell’estratto di una pianta che può rilassare la mente e aiutare la fase del sonno. Anche il salice bianco è ottimo per contrastare gli stati di agitazione, mentre il giuggiolo aiuta il corpo a rilassare i muscoli. Infine, i fiori di bach: uno dei rimedi più efficaci.

PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802