«Nessuna risposta ha sanato lo stato di confusione e di incredulità tra lavoratori che giorno 17 febbraio hanno iniziato un percorso di scioperi ad oltranza di quattro ore per ogni turno di lavoro.» Lo dichiara in una nota la segreteria provinciale Fismic e gli RSU della SIMMEC SpA Gianluca Intermite e Marcello Pompigna.

«I lavoratori che hanno contribuito con il loro impegno e con le proprie professionalità alla crescita e sviluppo della stessa Alenia Aermacchi – prosegue la nota sindacale, oggi si vedono derubati non solo della propria serenità e del proprio lavoro, ma soprattutto del proprio futuro e di quello delle proprie famiglie. Lo stato di agitazione in atto si protrarrà fino alla giornata di venerdì 19, giorno in cui i lavoratori si riuniranno per decidere se intraprendere azioni più incisive in assenza di risposte o comunicazioni più dettagliate in merito a questa situazione e che possano regalare finalmente speranza e serenità a tutti dipendenti. L’assenza di risposte da parte del cliente non solo getta ancor più ombre su una difficile situazione, ma mina l’intero processo produttivo nel sito di Grottaglie, dove il ruolo e la capacità dei lavoratori della SIMMEC, specializzazioni e certificazioni sono fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi e dello sviluppo del piano industriale di film meccanica Finmeccanica.

Auspichiamo – conclude la nota della segreteria provinciale Fismic – una soluzione rapida e ad un chiarimento imminente sul futuro della SIMMEC e dei lavoratori che la compongono, che aspettano un segnale forte e che possa infondere in loro nuova fiducia e nuove aspettative