I “numeri” sono quelli di un’autentica emergenza sociale: il “problema dolore” riguarda quasi 15 milioni di italiani, in pratica almeno un italiano su cinque, ma solo il 40% sa come curarsi!

Percepito per lungo tempo solo come un sintomo o la conseguenza di altre malattie, da accettare o comunque da curare secondariamente, il dolore oggi è invece considerato dalla classe medica come una vera e propria malattia. Peraltro, grazie alla legge 38/2010 l’Italia ha in materia una legislazione all’avanguardia a livello europeo, eppure paradossalmente poco conosciuta da chi ne avrebbe bisogno. I dati più recenti hanno rivelato, infatti, che il 40% dei cittadini non sa ancora oggi a chi rivolgersi in caso di dolore, mentre solo il 32% è stato informato dal proprio medico, il 22% da amici e parenti e il 14% su Internet. Inoltre, solo il 35% sa che in Italia c’è una legge sul tema (fonte: Fondazione Isal).
Per colmare questo gap e rendere finalmente più informati e consapevoli i cittadini sugli strumenti legislativi e medici per combattere il dolore, è in corso in tutta Italia una capillare campagna nazionale di sensibilizzazio-ne, patrocinata dal Ministero della Salute, che nasce dall’impegno congiunto di Federconsumatori, Fondazio-ne ANT Italia ONLUS e IMPACT Proactive. Maria Teresa Zavatta, responsabile Fondazione ANT Onlus Ta-ranto, Maria Antonietta Brigida, presidente Federconsumatori Taranto, e Arcangelo Sapio, medico ANT On-lus, hanno presentato in conferenza stampa le attività organizzate anche a Taranto, in collaborazione con l’associazione di volontariato Amici dell’ANT Onlus, per la campagna “Lotta al dolore”.

Maria Teresa Zavatta ha spiegato che «dall’impegno congiunto a livello nazionale di Federconsuma-tori, Fondazione ANT Italia ONLUS e IMPACT Proactive è nato un “Vademecum sul dolore”, un libretto esaustivo e di facile consultazione, per informare il più ampio numero possibile di cittadini: per poter riconoscere il dolore e saper valutare i propri sintomi, per conoscere i farmaci, ma soprat-tutto per sapere a chi rivolgersi, dove sono ubicati i centri di terapia del dolore e i centri di cure pal-liative, e quali sono i diritti dei cittadini garantiti dalla Legge 38/2010. Per informare il territorio jo-nico organizzeremo, in collaborazione con l’associazione di volontariato Amici dell’ANT Onlus, anche assemblee pubbliche in quattro comuni della nostra provincia: Taranto, Martina Franca, Carosino e Massafra». Il “Vademecum sul dolore” potrà essere ritirato gratuitamente presso la Federconsumatori, in via Aristosseno n.21 a Taranto (tel. 099.4596678), o presso la Delegazione di Fondazione ANT, in via Pi-tagora a Taranto (099.4526722), o può essere scaricato dai siti nazionali di Federconsumatori e Fondazione ANT Onlus.

Maria Antonietta Brigida, presidente Federconsumatori Taranto, ha poi spiegato che «grazie alla disponibilità dell’ASL Taranto, in particolare della dottoressa Silvana Melli, i medici di base della nostra provincia stanno per ricevere una lettera con cui vengono informati della campagna di sensibilizzazione; nei nostri intendimen-ti, lo step successivo della collaborazione con l’ASL Taranto sarà ottenere la disponibilità ad aprire sportelli direttamente presso i Distretti Socio-Sanitari per sensibilizzare e informare i cittadini sui loro diritti consegnando una copia del vademecum e, cosa molto importante per noi, poter relazionarci con loro per conosce-re le loro problematiche, un’azione che vi vedrà collaborare sul territorio con i volontari di Amici dell’ANT Onlus di Taranto».

La campagna di informazione sulla Legge 38/2010 e dolore, infatti, prevede che, con la stessa capillarità del materiale informativo, venga poi diffuso un questionario per cogliere le reali esigenze del cittadino. I risultati saranno condivisi con la classe medica, le associazioni e le istituzioni nel corso di un workshop che si terrà a Firenze nel prossimo giugno 2015 e nei convegni di Federconsumatori e Fondazione ANT Onlus.