Anche la ceramica di Grottaglie, assieme alle altre 30 città della Ceramica italiana, aderenti alla AiCC (Associazione Italiana Città delle Ceramiche), è presente a Milano a EXPO 2015.

L’AiCC ha aderito al progetto culturale denominato “Il Cielo d’Italia” attraverso la realizzazione di “un bellissimo ed importante pannello ceramico”, così come lo ha definito il Presidente del Comitato Organizzatore Mostre Ceramiche Antiche e Contemporanee, Alessandro Maria Caccia.
Purtroppo, visti gli spazi ridotti disponibili presso EXPO, non è stato possibile esporre tutto l’imponente manufatto, ma, grazie anche all’intervento del prof. Vittorio Sgarbi, illustre critico d’arte, che lo ha definito addirittura “imponente e portentoso”, si è riusciti ad avere una prestigiosissima presenza su di una parete presso il padiglione Eataly.
In definitiva, sono state selezionate solo 32 tavelle, una per ogni città aderente alla AiCC, più una riepilogativa del progetto, che rimarranno esposti fino al 30 ottobre p.v.
In ogni caso, vi sarà la possibilità di ammirare tutto il grandioso pannello in occasione dell’inaugurazione ufficiale del “Cielo d’Italia” a Teramo presso il Parco Museo della Scienza, che avverrà dopo la conclusione di EXPO 2015 a Milano.

Senza dubbio, – ha dichiarato il Sindaco, Ciro Alabrese – il progetto “Il Cielo d’Italia” è uno dei più belli e significativi per la valorizzazione dell’arte ceramica italiana e di quella di Grottaglie per quanto ci riguarda.  Aver avuto questa importantissima vetrina mondiale, quale è EXPO 2015, che coinvolge milioni di visitatori di tutto il mondo è una grande soddisfazione per i nostri ceramisti e per la città di Grottaglie, foriera, mi auguro, di ulteriori sviluppi in positivo in termini culturali, artistici, commerciali e turistici”.