Tante novità da Apple presentate al World Wide Developpers Conference di San Francisco. Per chi si aspettava nuovi prodotti hardware dovrà restare deluso: niente iphone 6 o nuovi mac ma tutto software.

Apple ha presentato in anteprima Yosemite: il nuovo sistema operativo per i Mac e iOS8 il nuovo sistema operativo per iphone e ipad.

Ma c’è sopratutto tanta tecnologia e hitech nell’evento Apple che apre anche alla domotica con HomeKit: “uno standard per far comunicare i diversi oggetti della casa, per creare una rete in cui sarete certi che solo il vostro iPhone possa aprire il garage o sbloccare la porta di casa”. Si controllerà anche con Siri, l’assistente vocale Apple: “Si potranno dire cose come ‘Pronto per andare a letto” e HomeKit oscurerà automaticamente le luci, bloccherà le porte e abbasserà il termostato”. Apple ha detto che sta lavorando con i “leader” della domotica per rendere HomeKit un protocollo wireless sicuro e robusto.

E’ poi spazio alla salute e al benessere della persona: HealthKit’ e la app ‘Health’, serviranno per monitorare e organizzare le informazioni sullo stato di salute e l’attivita’ fisica di chi le usa.

Tornado a Yosemite, il nuovo sistema operativo per Mac, si scaricherà gratuitamente in autunno, è avrà tantissime nuove funzioni: tra cui quella che vuole  il Mac diventare anche ‘telefono: sia i messaggi di testo sia le telefonate potranno essere trasferite dall’iPhone al pc, aumentando così la ‘continuita” fra i dispositivi Apple. Consente anche agli utilizzatori di continuare a lavorare su uno stesso progetto passando da un dispositivo ad un altro. Numeri telefonici presenti sui siti web, o nelle email, potranno essere chiamati direttamente dal Mac ed eventualmente trasferiti al proprio iPhone, o viceversa. Arrivano anche ‘Maildrop’ per le email piu pesanti oltre i 5 Gigabite e ‘iCloud Drive’ per conservare i file su vari dispositivi. 

‘Yosemite’, che mantiene la tradizione di avere un nome che fa riferimento alla California dove ha sede Apple, graficamente ricorda iOS. A presentarlo e’ Craig Federighi. Yosemite – scherza – include anche ”un bellissimo nuovo cestino per la spazzatura. Non crederete a quanto tempo abbiamo speso per creare questo cestino”. Per chi non ama i colori scintillanti di iOS, Yosemite ha una modalita’ ‘dark mode’ che consente di abbassare le tonalita’, le icone sono semplificate, ci sono più animazioni e più trasparenze. Federighi ha insistito sulla sicurezza di navigazione del browser Safari e sulle performance, 6,5 volte più veloce dei concorrenti Firefox e Chrome. Safari, inoltre, ha una funzione di ricerca potenziata, raccolta in una ‘sidebar’ ed è ottimizzato per lo streaming video (“due ore in più di autonomia per i portatili quando si vedono i film su Netflix”).

Per quanto riguarda iO8 Si potrà installare su tutti gli iPhone dal 4S in avanti (non il 4), sugli iPad dal 2 in poi, sugli iPod Touch di 5a generazione. Le novità più significative:

iCloud Drive è la risposta di Apple ai vari Dropbox, Onedrive o Google Drive. E’ possibile archiviare, accedere e modificare documenti di ogni tipo da tutti i dispositivi dell’utente, iOs o Mac e persino Windows che siano. Attraverso iCloud Drive sarà possibile anche “passare” un file da una app a un’altra, senza passare per iTunes.

QuickType, la nuova tastiera con suggerimenti predittivi sulla parola seguente. Secondo Apple prenderà in considerazione il contesto, per esempio a chi è rivolto il messaggio o in quale app si sta scrivendo. Cose che già si trovano sui sistemi concorrenti ma che speriamo migliorino l’esperienza utente anche per noi italiani, afflitti da un suggerimenti tragicomici del pessimo vocabolario iOS nostrano. Particolare importante: sarà possibile utilizzare anche tastiere di terze parti, come la celebre Swype.

Messaggi permetterà di condividere anche messaggi vocali, video e foto. Come su Whatsapp.

Strumento di editing foto più potente. Condivisione tra iDevice migliorata con l’app Immagini e Libreria Foto iCloud. 5 GB gratuiti per tenere foto e video su iCloud, poi si pagano 99 centesimi al mese per 20 GB in più. Con Libreria Foto iCloud  ogni modifica ed effetto viene aggiornata in automatico su tutti i dispositivi dell’utente.

In Famiglia permette di condividere acquisti su iTunes, iBooks e App Store con altri membri della famiglia (6 in tutto, con un’unica carta di credito ma singoli ID Apple). I genitori possono creare ID Apple per i figli, che comprendono “Ask to Buy”: arriva una notifica quando i piccoli cercano di acquistare qualcosa e si può accettare o rifiutare.

 last but not least: i widget. Sì, arriva una versione iOs dei widget tanto amati su Android. Non compariranno sulla homescreen ma nell’area notifiche, che viene notevolmente potenziata. Non solo sarà possibile rispondere a messaggi direttamente dal centro notifiche ma gli sviluppatori potranno implementare delle interazioni nelle loro app finora impossibili. Al keynote è stata mostrata una demno in cui era possibile partecipare a u* iCloud Drive è la risposta (forse non tempestiva ma importante) di Apple ai vari Dropbox, Onedrive o Google Drive. E’ possibile archiviare, accedere e modificare documenti di ogni tipo da tutti i dispositivi dell’utente, iOs o Mac e persino Windows che siano. Attraverso iCloud Drive sarà possibile anche “passare” un file da una app a un’altra, senza passare per iTunes.

QuickType, la nuova tastiera con suggerimenti predittivi sulla parola seguente. Secondo Apple prenderà in considerazione il contesto, per esempio a chi è rivolto il messaggio o in quale app si sta scrivendo. Cose che già si trovano sui sistemi concorrenti ma che speriamo migliorino l’esperienza utente anche per noi italiani, afflitti da un suggerimenti tragicomici del pessimo vocabolario iOS nostrano. Particolare importante: sarà possibile utilizzare anche tastiere di terze parti, come la celebre Swype.