Durante le vacanze, immobilizzati dal troppo caldo e dall’ozio delle ferie abbiamo solo pensato ai progetti per la ripartenza, adesso settembre ci trova pimpanti e carichi di buone intenzioni per metterli in atto. Il nostro orto sul balcone ci sta regalando gli ultimi raccolti ma presto le piantagioni ci saluteranno portandosi via i colori e i profumi dell’estate.

Con la nostra premurosa cura e attenzione avremo nuove colture da accudire e accogliere. Quindi approfittiamo dell’autunno alle porte per iniziare semine che riempiranno i nostri orti nel tardo autunno e nell’inverno, talvolta fino alla primavera. Questo è anche il mese dei bilanci : se abbiamo curato sempre le nostre piantine sicuramente avremo una varia scorta di aromatiche, avremo gustato un ottimo pesto fatto in casa, delle gustose insalate, e potremo contare su scorte e conserve.

E’ un mese in cui c’è molto da fare nell’orto, c’è da fare sia per gli ultimi prodotti estivi che per quelli autunnali e le preparazioni per l’inverno. Alla fine di settembre è giunto il momento di raccogliere le aromatiche per costituire provviste, surgelate, essiccate, o in olio, per l’inverno, tagliandole e componendo grossi mazzi da lasciar seccare. Sgomberiamo le aiuole in cui le piante hanno concluso il loro ciclo vegetativo e dove il caldo e il secco hanno indurito il terreno.

Zappettare il terreno con attrezzi appositi o anche con un cucchiaio. Settembre e ottobre sono i momenti migliori per iniziare un orto: le verdure che si possono coltivare sono tutte di facile coltivazione. Inoltre, il clima fresco darà una buona garanzia della assenza di molte avversità, come le malattie dovute al caldo umido e l’aggressione di parassiti.

Nel mese di settembre si continuano a seminare le verdure da taglio, come radicchio, rucola, valerianella, spinaci, lattuga, prezzemolo, che nei prossimi mesi riforniranno la tavola, e se il clima lo permette, anche ravanelli, carote e rape. Nei vasi che avremo liberato possiamo seminare prezzemolo, ravanelli, lattuga e radicchio da taglio e anche le fave ed i piselli.

Rimbocchiamoci le maniche allora, nei prossimi appuntamenti con l’orto sul balcone inizieremo a colorare d’autunno i nostri vasi.