Il primo anno di Papa Francesco visto dai fedeli grottagliesi. “E’ stato un anno grandioso. E’ stato un anno fantastico.”
Cosi lo descrive Don Alessandro Argentiero.

Un Papa speciale. Che riempie di gioia di tutti i nostri cuori. Un Papa particolare per la nostra Grottaglie visto che è nato lo stesso giorno in cui è nato San Francesco De Geronimo. E che potrebbe venire proprio nella nostra città come disse S.E. Monsignor Filippo Santoro durante la cerimonia di benedizione della foc’ra di San Ciro a Grottaglie il 30 gennaio scorso: nel mese di dicembre sono stato da sua sua Santità Papa Francesco. Lui mi ha detto: “desidero venire a Taranto, voglio venire a Taranto”.

Una notizia che l’Arcivescovo Metropolita di Taranto aveva già dato prima di Natale ma senza specificare che la città di Grottaglie e i grottagliesi sarebbero stati tra i privilegiati a poterlo incontrare: Voi grottagliesi sarete i privilegiati che se verrà e quando verrà lo incontrerete a Grottaglie ”.

Una notizia che ha riempito di gioia tutti i grottagliesi presenti all’inaugurazione della focra.  Se il Papa dovesse venire a Taranto atterrerebbe sicuramente all’aeroporto di Grottaglie come fece Papa Giovanni Paolo II nell’ottobre del 1989 e potrebbe visitare la casa natale e il santuario del santo grottagliese. In una cappella della chiesa sono custodite le sue spoglie.

“Aspettiamo Papa Francesco a Grottaglie e a Taranto”. Ecco il commento di Don Alessandro:

Papa Francesco, nato Jorge Mario Bergoglio a  Buenos Aires17 dicembre 1936) è dal 13 marzo2013  il 266º vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica, 8º sovrano dello Stato della Città del Vaticanoprimate d’Italia, oltre agli altri titoli propri del romano pontefice.

Di nazionalità argentina e appartenente ai chierici regolari della Compagnia di Gesù (indicati anche come gesuiti), è il primo pontefice di questo ordine religioso, nonché il primo proveniente dal continente americano.