Pubblicità

«Ora che è stato spostato il termine dal 30 Giugno al 30 Novembre 2014 per raggiungere l’ incremento pari al + 6% di raccolta differenziata e viste le dichiarazione del Sindaco e dell’Assessore all’Ambiente, i quali hanno dichiarato che, “grazie al progetto di potenziamento della Raccolta Differenziata che partirà il 1 ottobre 2014, si raggiungeranno gli obiettivi previsti dalla Normativa Regionale Vigente e quindi sarà possibile evitare l’applicazione dell’ecotassa che ammonta a 315.000 €” Come promesso, Caro Sindaco Alabrese e Assessore Stefani, Il sottoscritto Ing. Ciro Gianfreda (F.I.) insieme ai consiglieri di opposizione Dott. Vincenzo del Monaco, Prof.ssa Etta Ragusa, Michele Santoro, Avv. Ciro D’Alo, Enzo La Corte (non ha firmato perché fuori per lavoro, ma è d’accordo sulla proposta e la sottoscrive) in data 06.08.2014 hanno presentano la proposta deliberativa di modifica del Piano Finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani per l’anno 2014.» E’ quanto si legge in una nota inviata da Ciro Gianfreda, Capogruppo Pdl- F.I. nel consiglio comunale di Grottaglie.

PubblicitàPubblicità

«Con questa Nostra proposta deliberativa, – prosegue la nota – si chiede al Sindaco Ciro Alabrese e alla sua maggioranza di centro sinistra, di emendare in diminuzione il piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani per l’anno 2014, di 315.000€ , eliminando la prevista sanzione dell’ecotassa per mancato raggiungimento del +5% , ora non più necessaria viste le dichiarazioni del Sindaco e dell’Assessore, e di un ulteriore risparmio di 85.000€, per la minor quantità di smaltimento in discarica a Massafra di RSU visto che ci sarà un maggiore differenzazione degli RSU come dichiarato.

La riduzione di 400.000€ complessive determineranno in questo modo la riduzione della TARI ( tassa rifiuti) per il contribuente Grottagliese.
L’Ammontare complessivo del costo del servizio di gestione e raccolta Rifiuti, pertanto si ridurrà rispetto a quello approvato nel Consiglio Comunale del 24/07/14 a 4.222.939,49 € e che, l’importo complessivo dei proventi della tassa previsti per il medesimo anno ammonteranno a € 4.196.360,13, pari alla differenza tra il costo complessivo del servizio di gestione dei rifiuti al netto del costo di gestione del servizio per le istruzioni scolastiche statali, risultanti a pari € 26.579,86. Quindi, si avrà un significativo risparmio per le tasche del contribuente Grottagliese, che in un periodo di crisi economica e di recessione, come questo anche se in zona cesarini, può essere un segnale di attenzione importante nei confronti del cittadino Grottagliese .

C’è un solo grande rammarico non solo in me, – afferma la nota inviata da Ciro Gianfreda – ma in ogni cittadino Grottagliese che è quello di non aver programmato negli anni passati anche se più volte sollecitato, un servizio di raccolta differenziata “Porta a Porta Spinto” fino a ad arrivare alla “pesatura del rifiuto” applicato in moltissimi comuni Italiani detti ricicloni, i quali hanno applicato quel principio fondamentale che chi inquina paga di più e chi produce meno rifiuti paga meno.

Principi che qui a Grottaglie, è difficile far comprendere ai Nostri Amministratori a partire dal Sindaco Alabrese, visti i risultati di raccolta differenziata ad oggi raggiunti. Inoltre, bisogna anche evidenziare purtroppo che, negli anni al danno si è aggiunta anche la beffa per i grottagliesi, le tasse sulla Raccolta dei Rifiuti sono sempre aumentati, non si comprende il motivo, visto che, l’Amministrazione di Grottaglie percepisce oltre dieci anni, circa 1.600.000€ in media all’anno di Royalts dalla discarica Ecolevante.

Concludendo, – scrive Ciro Gianfreda – con questa riduzione fattiva di TARI che scaturisce con l’applicazione di questa proposta di delibera io e gli altri consiglieri di opposizione cofirmatari , è un segnale di attenzione che vogliamo dare alla città di Grottaglie in questo grave periodo di crisi economica , speriamo solo che, il Sindaco Alabrese e il suo Assessore, vogliano prendere in considerazione per il bene dei nostri concittadini