«Bruxelles è il paradigma dell’Unione Europea: una città in panne, capitale bersaglio di un terrorismo sottovalutato e affrontato con strumenti evidentemente inefficaci.» Lo dichiara Rosa D’Amato, eurodeputata del Movimento 5 Stelle.

«Militarizzare le città non dà frutti – afferma l’europarlamentare ionica. Ormai è drammaticamente lampante. Gli attentati di Parigi furono organizzati con il supporto logistico belga. Le periferie di Bruxelles erano lasciate al loro destino nonostante negli ultimi anni lievitassero i sospetti che alcuni isolato fossero veri e propri covi terroristici.
Oggi, esplosioni nel cuore delle istruzioni Ue e in aeroporto.
Ma i Servizi dove sono? I sistemi di prevenzione dell’intelligence quali capacità stanno dimostrando? Il sistema di repressione ha fallito la sua missione. È ora che l’Europa discuta una seria condivisione delle indagini e delle attività di prevenzione. Si corre il rischio di mescolare il dramma della migrazione con l’emergenza terrorismo.

Ma le bombe – conclude Rosa D’Amato – sono già in casa. Ed è qui che bisogna disinnescarle