Pubblicità

«Con una interrogazione urgente al Consiglio regionale della Puglia vogliamo fare definitiva chiarezza sui tempi di realizzazione del nuovo Ospedale ‘San Cataldo’ di Taranto, che continua ad accumulare ritardi e rinvii.» Lo dichiara il consigliere regionale Mino Borraccino.

PubblicitàPubblicità

«Stiamo parlando – ricorda l’esponente ionico di Sinistra Italiana/Liberi E Uguali – di un intervento voluto e completamente finanziato negli anni del Governo Vendola che potrebbe fornire una risposta importante alla domanda di salute che emerge con forza da tutta la provincia jonica, ingiustamente penalizzata e gravemente colpita dal Piano di Riordino Ospedaliero imposto dal Presidente Emiliano. L’iter per la realizzazione del nuovo ospedale a Taranto parte addirittura dal 2012 ma a tutt’oggi sono del tutto indeterminati i tempi di realizzazione dell’opera, dal momento che non è stata ancora completata la fase di progettazione esecutiva cui seguirà la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori.

Chiediamo pertanto una accelerazione significativa per portare a compimento quanto prima questo progetto che potrebbe almeno in parte alleviare le criticità presenti in tutta la provincia di Taranto a seguito dei tagli e delle chiusure imposte da Michele Emiliano e dal suo Governo regionale che, di fatto, negano a tantissimi cittadini il diritto ad una buona salute pubblica garantito dalla nostra Costituzione.

Per questo – conclude Borraccino – il nuovo Ospedale ‘San Cataldo’ non può più aspettare e sollecitiamo l’Amministrazione regionale a fare presto. La salute dei cittadini non può più tollerare ritardi e rinvii.»