«Guidare una automobile a Grottaglie è una impresa al limite dell’impossibile, a livello economico e psicologico.» Ad inviarci la sua segnalazione, corredata di alcune clip video, è il sig. Ciro Vestita, che esprime un disagio sensibilmente condiviso tra i cittadini, specialmente sui social network.

«Grottaglie – prosegue il sig. Ciro Vestita – sembra Tripoli o Kobane, almeno a giudicare dallo stato delle strade: buche e dissesto di alcune sedi stradali sembrano frutto di un bombardamento a tappeto, e magari fosse così, almeno sapremmo a chi dare la colpa. Non so se si tratti di scarsa manutenzione o di pessima esecuzione dei nuovi lavori, fatto sta che ammortizzatori e semiassi delle automobili vengono messi a dura prova dal percorso urbano, più che da un rally nelle campagna della Madonna di Mutata. Lo stato delle strade è davvero pessimo nella maggior parte del centro storico, ma anche il resto della città non se la passa meglio: basta farsi un giro su viale Gramsci o viale Ariosto, per averne prova evidente. Mi auguro che al più presto che si ripensi in maniera più oculata e puntuale la manutenzione delle strade, almeno per chiudere i buchi più grandi, per rischiano di mettere a rischio non solo la resistenza delle automobili ma anche l’incolumità degli automobilisti; non poche volte mi è capitato di assistere a manovre spericolate, brusche frenate o sterzate improvvise per schivare una buca vista all’ultimo momento, con conseguente rischio di incidenti frontali o tamponamenti a catena.

GUARDA IL VIDEO

Ora – conclude il sig. Ciro Vestita – sono in corso gli adeguamenti della fognatura su via Diaz e su via Ennio, e spero che questa volta – una volta terminati i lavori – si ripristini in maniera adeguata la sede stradale, cominciando da qui a rendere evidente come vengono spesi i soldi che paghiamo in tasse