“Al cuore non si comanda”, è un modo di dire che a volte cerca di spiegare gesti incoscienti o – più semplicemente – azioni eclatanti stimolate dalla passione.

Purtroppo però a volte qualcuno si fa prendere la mano, e dal bel gesto d’amore si passa all’ospedale o al tribunale. Stalking e maltrattamenti hanno alla base un “amore malato”, e altrettanto disturbato è il sentimento che è alla base di veri e propri “duelli rusticani”, che si accendono per un partner conteso da due pretendenti. Pare sia quello che è successo qualche giorno fa a Francavilla Fontana, nella villa comunale della città degli Imperiali, dove si svolgeva la “Giornata dell’Arte”. Un evento ricco di musica, spettacoli e performance artistiche, che forse hanno acceso troppo gli animi di due ventenni di Grottaglie, venuti alle mani per contendersi l’amore di una ragazza minorenne. Dalle parole si è passati ai fatti e pugni, calci e spintoni sono stati gli argomenti della discussione che è terminata con uno dei due giovani grottagliesi in ospedale con trenta giorni di prognosi, e l’altro denunciato a piede libero per lesioni aggravate.

Una brutta avventura per entrambi, che non possiamo che sperare – vista la loro giovane età  – che consigli loro  di esprimere in futuro le loro passioni in maniera meno aggressiva.