PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802

Nella nona giornata di campionato il Taranto di mister Panarelli regola il Gravina con un netto 3-0. La squadra rossoblù comincia la gara a spron battuto alzando i ritmi sin dai primi minuti di gioco. Al 9′ una punizione di Di Senso dalla destra sorvola di poco la traversa. Due minuti dopo, azione in verticale con Pelliccia che serve Favetta, il quale controlla e calcia ma la sua conclusione non inquadra lo specchio della porta. Il Taranto si porta in vantaggio al 16′: cross dalla sinistra di Oggiano per il colpo di testa vincente di Favetta che si insacca all’angolino. Per il centravanti rossoblù si tratta della quarta rete in campionato. Potenziale occasione al 26′: Favetta scodella la sfera sull’out di destra dell’area di rigore e crossa al centro per Oggiano che manca l’appuntamento con il gol di testa per pochi centimetri. Azione in bello stile al 33′: azione personale di Oggiano che in velocità entra in area di rigore e colpisce di potenza di sinistro con la sfera che si stampa sulla traversa, l’azione continua con Di Senso che recupera il pallone e crossa verso il centro per la testa di Favetta che termina fuori a fil di palo alla sinistra di Loliva. Il primo tiro degli ospiti giunge al 36′ con un colpo di testa di Abonckelet che finisce sopra la traversa. Poco dopo ci prova Favetta dalla distanza ma la sua conclusione finisce alta.

PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802

Al 4′ una conclusione di Chiaradia viene bloccata senza problemi da Cavalli. Sul ribaltamento di fronte il Taranto raddoppia: cross di Pelliccia dalla destra, Favetta non ci arriva di un soffio ma è l’accorrente Oggiano a scaraventare la sfera in rete con un sinistro che trafigge Loliva da pochi passi: prima rete in campionato per l’ala sinistra numero 77. Al 13′ un destro radente di Bonavolontà viene intercettato senza problemi dal portiere ospite. Al 25′ Favetta serve in area di rigore D’Agostino ma la sua rasoiata termina sull’esterno della rete. Due minuti dopo il fantasista genovese appoggia per Massimo che colpisce di sinistro ma il suo tiro finisce di poco a lato. Al 33′ il Gravina prova ad accorciare le distanze con il subentrante Potenza ma il suo tiro liftato non crea grattacapi a Cavalli. Il Taranto sfiora il tris al 39′: corner di Gori per il colpo di testa di Miale che sorvola di poco la traversa. Con un’azione corale il Taranto si porta sul 3-0 al 40′ del secondo tempo: Ancora appoggia Massimo che con un morbido pallonetto in bello stile imbecca D’Agostino che controlla e fulmina Loliva da pochi passi per il suo quinto gol in campionato. Al 41′ un tiro di Gori dalla distanza termina di poco fuori. Al 44′ sfiora il poker il neo entrato Ancora con un tocco sotto che viene neutralizzato da Loliva che allontana il pericolo. Il Taranto, grazie a questa vittoria, sale a quota 17 punti in classifica e nel prossimo turno, in programma mercoledì 14 novembre, farà visita al Team Altamura.

IL TABELLINO Campionato Nazionale Serie D girone H – 9^ Giornata, Data e ora 11.11.2018, ore 14:30 – Stadio “Erasmo Iacovone”

TARANTO-GRAVINA 3-0

Marcatori: 16′ pt Favetta (T), 4′ st Oggiano (T), 40′ st D’Agostino (T).

TARANTO (4-2-3-1): Cavalli; Pelliccia, Bova, Lanzolla, Ferrara (31′ st Carullo); Massimo, Bonavolontà (22′ st Guadagno); Oggiano (16′ st Miale), D’Agostino, Di Senso (23′ st Di Senso); Favetta (38′ st Ancora). A disposizione: Martinese, Squerzanti, Albanese, Infusino. All. Luigi Panarelli.

GRAVINA (4-1-4-1): Loliva; Dentamaro (18′ st Caponero), Romeo, Riccio, Tarantino; Mbida; Angelo (9′ st Nigro), Guadalupi (9′ st Potenza), Abonckelet (9′ st Guida), Chiaradia; Santoro (21′ st Agodirin). A disposizione: Vicino, Lenoci, Diarra, Dininno. All. Giuseppe Di Meo.

Arbitro: Sig. Luca Baldelli – sezione di Reggio Emilia; 1° assistente: Sig. Massimo Abagnale – sezione di Parma; 2° assistente: Sig. Gianluca Maldini – sezione di Parma.

Ammoniti: Mbida, Dentamaro, Chiaradia (G).

Espulsi:

Note: corner 3-3; recupero 2’ pt, 5 st; circa 3500 spettatori.

Dopo l’incontro, ha parlato presso la Sala Stampa dello stadio “Erasmo Iacovone” l’allenatore Luigi Panarelli. Queste le parole del mister: «Ci sono sempre margini di miglioramento, questa squadra può migliorare e fare sempre di più, ora dobbiamo tenere i piedi per terra anche perché mercoledì si gioca una gara importante per il prosieguo del campionato. Di Senso è un giocatore duttile ed era partito a sinistra mentre Oggiano a destra, dopodiché ho invertito le loro posizioni e sono molto contento per quello che hanno fatto. Io voglio tanto da loro e mi rispondono sempre alla grande. L’under in mezzo al campo è una soluzione che potrebbe essere riproposta ma non è l’unica, ogni ragazzo di questa squadra sta rispondendo alla grande, non c’è tanta differenza con gli over. Il gioco di oggi è stato limpido e bello, ma il bel gioco lo si vede anche quando una squadra non subisce ed è compatta, stiamo lavorando per questo e ci stiamo riuscendo ma c’è ancora tantissima strada da fare».

Il gruppo: «Anche in altre gare siamo stati solidi e abbiamo dimostrato di essere una squadra caparbia composta da un gruppo eccezionale. Non vi nego che abbiamo faticato e lavorato tantissimo per creare questa unione perché ci sono tanti giocatori importanti e potrebbero essere tutti titolari, è stata inculcata la mentalità vincente in ognuno di loro».

Lavoro di tutti: «Ho uno staff all’altezza e quando si vince non lo si fa solo in campo ma anche fuori, fa piacere ricevere complimenti ma non mi accontento perché vincere e stare lì oggi non basta, dobbiamo andare avanti ed essere umili mantenendo i piedi per terra. Divido questi complimenti con lo staff tecnico e la società».

Sulla sfida di mercoledì: «Ad Altamura ho vissuto due anni bellissimi, sarò sempre grato a loro perché mi hanno fatto iniziare ad allenare e mercoledì saluterò tanti amici. Sarà un piacere per me tornare lì, ma quando si scenderà in campo farò di tutto per ottenere i tre punti per la squadra che tifo e alleno».

PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802