“Ci giungono numerose lamentele e grande disagio per le ordinanze dell’Amministrazione D’Alò sulla nuova viabilità a Grottaglie. Queste stanno provocando nei confronti dei cittadini un evidente e ampiamente scontato è aumento in modo insostenibile del già notevole traffico che si scarica su Via Ennio e Via De Gasperi con conseguente aumento di inquinamento acustico ed ambientale” è quanto denunciano con un comunicato stampa i consiglieri comunali di Articolo 1. Movimento Democratico e Progressista.

“Tutto questo in assenza di un Piano del Traffico che, sulla base di adeguati studi propedeutici, potrebbe fornire una più razionale soluzione che tenga conto delle primarie esigenze della popolazione e del diritto alla mobilità dei cittadini.  Eppure l’amministrazione comunale ha stipulato una apposita convenzione finalizzata alla redazione del Piano Urbano del Traffico con il Politecnico di Bari (DICAR) alla quale ha già liquidato una prima somma di € 24.000,00″, continua la nota che è divenuto atto formale con il deposito di una interpellanza al Sindaco e al Presidente del Consiglio Comunale da parte dei consiglieri comunali Francesco Donatelli, Massimo Serio e Aurelio Marangella.

“Chiediamo la sospensione dell’efficacia delle ordinanze e delle delibere di Giunta che hanno regolamentato questa nuova viabilità – propongono i rappresentanti di Articolo 1 – e chiediamo di riprendere e approfondire l’idea progettuale contenuta nella delibera del Consiglio Comunale n. 32 del 30 aprile 2010  inerente la Variante urbanistica e il Progetto di riqualificazione dell’area compresa fra le infrastrutture del centro abitato e la nuova area aeroportuale,atto che prevedeva, tra l’altro, la realizzazione di due complanari esterne all’abitato che consentirebbe la drastica riduzione del traffico veicolare delle Vie Oberdan, Ennio e XXV Luglio.