Dovrebbe essere un momento per ricordare i grandi sacrifici fatti dalle donne, invece a Taranto le donne, imprenditrici devono ancora sopportare abusivismo e illegalità”. Questa è la dichiarazione di Domenica Annicchiarico presidente di Casartigiani Taranto in occasione della Festa della donna.

Continua Annicchiarico: “Questa mattina passeggiando per Taranto ogni 50 metri, ogni angolo, bancarelle abusive di vendita di fiori, mimose, rose, ecc. senza rispettare nessuna norma, è insopportabile ed incredibile il fenomeno, occupazione abusiva del suolo pubblico, vendita abusiva di fiori, con conseguenti reati amministrativi e fiscali e nessuno dice niente e fa niente.”

“Sentiamo il dovere di denunciare con fermezza lo stato di completa illegalità che vige nella citta.” Dichiara Stefano Castronuovo Segretario Prov.le di Casartigiani Taranto, che continua: “ tutte quelle donne e uomini che ogni mattina si svegliano, per aprire le proprie attività, per creare delle fantastiche composizioni floreali e che attendono proprio queste ricorrenze per guadagnare qualcosa in più (specialmente in questo momento di crisi), si ritrovano invece con un pugno di mosche in mano, in quanto quest’ amministrazione dopo innumerevoli sollecitazioni, consente ancora la vendita abusiva ad ogni angolo della città di piante e fiori; ci saremmo aspettati invece, che questa mattina squadre della Polizia locale avessero battuto a tappeto la città per riportare la legalità.

Abbiamo fatto partire una nota al prefetto e al Sindaco al fine di sollecitare ancora una volta e prevenire tali forme di illegalità – termina Castronuovo – nelle prossime festività, dalla nostra, sensibilizzeremo i nostri soci a contattare la polizia locale e la guardia di finanza per segnalare la presenza di abusivi. E’ ora di non permettere più nessuna forma di illegalità.