Per i lettori di Gir l’attenzione sull’annoso problema dello scellerato conferimento dei rifiuti a Grottaglie, da parte di cittadini residenti o avventori, è un argomento già affrontato. Diverse volte infatti nel corso degli ultimi anni abbiamo posto l’attenzione sul degrado che questi comportamenti provocano.

“L’inciviltà sul territorio ha una percentuale davvero alta. In veste di assessore ma soprattutto di giovane ventiseienne faccio fatica a credere che nel 2020 ci possa essere gente che ha bisogno di essere rieducata per il rispetto all’ambiente. Un rispetto che è quello del futuro di noi giovani.”

E’ il triste commento di Alessandra Carbotti, delegata dal Sindaco Ciro D’Alò per le questioni legare all’ambiente a Grottaglie.

Combattiamo ogni giorno

“È difficile trovare un senso a ciò che ogni giorno ritroviamo sulle nostre strade. Ancora più difficile ed emotivamente per noi e per i nostri operatori combattere quotidianamente con queste situazioni sgradevoli”.

L’Assessore Carbotti si riferisce all’ennesimo episodio di scellerato abbandono di rifiuti fuori dai cassonetti e adagiati sul ciglio stradale. Il colmo? Rifiuti per terra e cassonetti vuoti.


“Ma nonostante ciò io, l’intera amministrazione e il sindaco perseguiamo il nostro obiettivo: combattere l’inciviltà e portare avanti i diritti di tutti i cittadini.Aggiunge Carbotti.

“Il ringraziamento più grande sicuramente ai nostri operatori: durante la stessa giornata sono costretti a ritornare più volte su uno stesso luogo di lavoro: appena pulito, subito dopo diventa sporco. Tutto questo non ci spaventa, sappiamo che se sarà una grande battaglia ma la civiltà e il rispetto supereranno positivamente qualsiasi aspettativa”.

Spesso vengono chiamati in causa gli operatori, sento spesso dire che è loro obbligo pulire..  ricordiamo anche che è nostro obbligo conferire i rifiuti in modo lecito e tenere pulita la nostra città.