Il Decreto Legislativo 29 settembre 2013, n.121, art.6 comma 2, ha previsto per tutti i soggetti detentori di armi l’obbligo di produrre il certificato medico attestante l’idoneità al possesso di armi comuni da fuoco, entro il 4 maggio 2015.

La certificazione dovrà essere consegnata o fatta pervenire all’ufficio di Pubblica Sicurezza competente (Questura per il capoluogo e rispettivi commissariati di P.S. per i Comuni di Martina Franca, Manduria e Grottaglie, comandi stazione carabinieri per gli altri comuni) presso il quale sono state denunciate le armi attualmente detenute.

Decorso il termine del 4 maggio 2015, in caso di inosservanza, il detentore riceverà una diffida ad adempiere. In caso di ulteriore mancato adempimento, le armi verranno ritirate in via cautelare e contestualmente sarà avviato l’iter per l’emanazione del decreto prefettizio di divieto di detenzione.

Dall’obbligo di presentare il certificato sono esclusi i soggetti già in possesso delle licenze di porto di fucile uso caccia e uso sportivo o di porto di pistola per difesa personale, che hanno prodotto il suddetto documento all’atto del rilascio o rinnovo della licenza.