Una buona prassi mutuata dalla Provincia Autonoma di Trento arriva in Ragione Puglia, si tratta dei contributi economici alle imprese per sperimentare la certificazione Family Audit.

“Come Amministrazione Melucci ci impegneremo a diffondere questa importante iniziativa destinata alle imprese pugliesi interessate a promuovere al loro interno un modello organizzativo ispirato a un maggior equilibrio fra vita lavorativa e vita privata in un’ottica di benessere organizzativo, fidelizzazione all’impresa, minor assenteismo e maggiore produttività”, afferma l’Assessore ai Servizi Sociali, Gabriella Ficocelli.

Family Audit è uno strumento di ausilio per costruire un habitat più flessibile a misura dei bisogni avvertiti dalle risorse umane. Per rilevare tali bisogni, l’impresa, assistita da consulenti esperti, avvia al proprio interno un’indagine ampia, individuando obiettivi e iniziative che consentono di migliorare le esigenze di conciliazione tra vita privata e vita lavorativa dei dipendenti. Le imprese interessate possono presentare domanda di contributo per abbattere del 70% il costo della certificazione entro e non oltre il 30 ottobre 2019. Per le info clicca qui