La terra è l’unico pianeta del sistema solare dove si è sviluppata la vita o ci sono altri luoghi dove cercarla?

A questa domanda risponderà Maria Cristina De Sanctis, astronoma dell’Istituto Nazionale di Astro Fisica, ai ragazzi del Liceo Ginnasio Aristosseno di Taranto (giovedì 20 dicembre, ore 11) e del Liceo Scientifico “G. Moscati” di Grottaglie (venerdì 21 dicembre, ore 8.30) nell’incontro: La ricerca della vita nel sistema solare.

Con questo appuntamento si conclude in Puglia il ciclo La Scienza a Scuola. Un tour didattico realizzato da Zanichelli, in giro per le scuole, in cui ricercatori, docenti, divulgatori e personalità del mondo scientifico incontreranno i ragazzi per illustrare le ultime novità della scienza.
Dalle Onde Gravitazionali alla vita nell’universo. Sono alcuni degli argomenti illustrati negli oltre 60 incontri con 20 importanti relatori presso gli istituti scolastici superiori pugliesi, in collaborazione con la rivista “Le Scienze”.

La ricerca della vita extraterrestre è uno desideri che spinge l’uomo a intraprendere nuove sfide scientifiche e tecnologiche. Tale ricerca è il cuore dell’esplorazione del sistema solare dei prossimi 20 anni. Dopo molti anni di lavoro, gli scienziati hanno identificato i requisiti chiave per lo sviluppo della vita ed individuato gli oggetti del sistema solare più promettenti in base a questi canoni. L’acqua liquida è un requisito fondamentale, ma non l’unico. In tal senso, Marte è un obiettivo primario per la ricerca di segni di vita (anche fossile) nel nostro Sistema Solare. Altri obiettivi molto promettenti sono i cosiddetti “Ocean Worlds”, ovvero quei mondi che hanno sviluppato un oceano in passato o che lo mantengono tuttora. Tra questi, le lune di Saturno e di Giove, ma anche il pianeta nano Cerere. Le prossime missione spaziali andranno a esplorare queste mondi con strumenti dedicati alla ricerca di tracce di vita.

Gli incontri sono riservati agli studenti delle singole scuole.

Da più di 150 anni impegnata nella didattica scolastica e nella divulgazione scientifica, la casa editrice Zanichelli, con questa iniziativa, ha voluto dare un importante stimolo agli studenti: l’occasione di acquisire conoscenze su argomenti affascinanti e di stretta attualità, direttamente dagli “addetti ai lavori”.