Giunge all’ultima fase la quarta edizione del progetto formativo “Fuori…gioco!” che si tiene presso il Carcere di Taranto e che ha come obiettivo quello di trasmettere ai detenuti i valori tipici dello sport come il rispetto delle regole e dell’avversario, convintamente portato avanti dalla dott.ssa Stefania Baldassari, direttore dell’Istituto Penitenziario e dall’avv. Giulio Destratis presidente dell’Aps Fuorigioco e coordinatore del progetto.

Anche questa volta tra i principali sostenitori dell’iniziativa figurano personalità di spicco della Magistratura come i Giudici Martino Rosati e Maurizio Carbone. Tra le novità di quest’anno anche la presenza a Taranto del Magistrato ferrarese Filippo Di Benedetto, vero pilastro della Nazionale Magistrati che vanta un passato da calciatore di buon livello.

Dopo le lezioni di aula in tema di tecniche e tattiche di gioco, di giustizia sportiva, di medicina, di ordinamento federale che hanno preceduto la fase prettamente atletica con una ventina di detenuti impegnati in una serie di allenamenti di gioco, è arrivato uno dei momenti più significativi del progetto: l’ormai classico incontro di calcio quadrangolare all’insegna del Fair Play e della correttezza tra le rappresentative di Magistrati, Avvocati, Agenti Penitenziari e detenuti che si terrà Sabato 4 febbraio allo Stadio Iacovone di Taranto con inizio alle ore 15,00 ed ingresso gratuito.

Di rilevo i nomi del calcio italiano che aderiscono ogni anno all’iniziativa: dopo Gianni Rivera, Nicola Legrottaglie ed Antonio Cabrini, in questa quarta edizione è confermata la presenza dell’ grandissimo Campione del Mondo ‘82 Claudio Gentile che interverrà alla conferenza stampa dell’evento (sabato mattina all’interno dell’Istituto di via Magli) per poi indossare gli scarpini nel pomeriggio e prendere parte al quadrangolare.