Ragusa-Etta-Rinascita-Civica

“La Provincia ha fissato per il 14 luglio prossimo la conclusione del procedimento di autorizzazione della richiesta avanzata nel 2016 da Linea ambiente che ora gestisce la discarica ex Ecolevante. Nella richiesta si parla di “Ottimizzazione orografica dei profili attualmente autorizzati”, ma in realtà si tratta di un raddoppio in altezza della volumetria, come si può vedere dalla foto acclusa”, è quanto comunica attraverso una nota diffusa ai media Etta Ragusa, coordinatrice del Comitato Vigiliamo per la discarica.

“Questa richiesta, insieme a quella del mostruoso ampliamento della cava in contrada “Amici”, continua a costituire motivo di preoccupazione dal momento che, qualora tali richieste fossero accolte, il territorio risulterebbe irrimediabilmente e definitivamente compromesso e aumenterebbero i rischi  per la salute dei cittadini. Alla conferenza di servizi conclusiva la Provincia ha invitato il sindaco di Grottaglie avv. Ciro D’Alò e il sindaco di San Marzano dott. Giuseppe Tarantino. Quest’ultimo già lo scorso marzo aveva convocato un Consiglio comunale monotematico per esaminare tutta la problematica derivante dalla presenza della discarica, dalle puzze ai rischi per le matrici acqua aria suolo. A tale Consiglio comunale monotematico partecipò anche il sindaco di Grottaglie Ciro D’Alò, oltre ai comitati  di Grottaglie e San Marzano, Vigiliamo per la discarica e Territorio bene comune”, continua la nota a firma di Etta Ragusa.

“Per il prossimo 3 luglio il Sindaco di San Marzano ha invitato i comitati, oltre ai capigruppo e ai Sindaci di Carosino e Francavilla Fontana, per un confronto riguardo la conferenza di servizi conclusiva indetta dalla Provincia. Nessuna riunione invece è stata indetta, né alcuna comunicazione è stata data dal sindaco di Grottaglie Ciro D’Alò. Eppure, il confronto e una sollecita informazione sono sempre positivi, soprattutto quando partono delle Istituzioni, conclude la nota che fa il paio con la richiesta avanzata anche da Giampiero Mancarelli, ove anch’egli sollecita il primo cittadino di Grottaglie ad organizzare un confronto con i comitati e le altre istituzioni prima del 14 luglio.