Confagricoltura Puglia augura buon lavoro a Michele Emiliano nel suo nuovo ruolo di assessore ad interim alle Politiche Agricole.

“L’agricoltura pugliese – afferma Luca Lazzàro, presidente di Confagricoltura Puglia – ha bisogno di una guida salda, che sappia governare soprattutto la macchina burocratica e superare gli scogli che sempre più spesso noi agricoltori ci troviamo ad affrontare ogni volta che andiamo negli uffici del Lungomare Nazario Sauro”. “Non possiamo più permetterci di avere a che fare con gente che sa solo dire non si può fare. Abbiamo bisogno di persone con cui studiare come fare”. Per la Federazione regionale degli agricoltori, un primo banco di prova sta proprio nell’attuazione del Decreto Emergenze e nell’assegnazione delle agevolazioni agli agricoltori, ai sensi della legge 102. “Nel corso della riunione di partnerariato – spiega Luca Lazzàro – ci è stato detto che, mediamente, per ottenere quanto ci spetta, dovremo attendere dai 3 ai 4 anni. Confagricoltura ha proposto di saltare innumerevoli passaggi burocratici, facendo fede sull’autocertificazione prodotta dagli imprenditori e sui fascicoli aziendali rilasciati dai Caa”.

Pure rispetto al rapporto con le banche, Confagricoltura Puglia ha offerto come esempio la collaborazione avviata con l’Abi Puglia. È stato proprio il presidente regionale di Abi, Sabino Maurice, a sottolineare la disponibilità dell’Associazione delle Banche di Puglia a dialogare con le aziende. “La nostra collaborazione con Abi, messa a disposizione dei nostri associati – dice Luca Lazzàro – può diventare la base per un nuovo modello di rapporto fra banche e imprese”.